Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 05:09

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Quattro le ragazze stuprate, tutte tra i 13 e i 14 anni

AVELLINO, 21 APR - Sono quattro le ragazze vittime della violenza sessuale da parte delle 12 persone arrestate a seguito dell'emissione di ordinanza di custodia cautelare del gip, su richiesta della procura della Repubblica di Ariano irpino.
Le accuse per gli arrestati sono di spaccio di droga e violenza sessuale di gruppo. Dalle indagini è emerso che i dodici per mesi hanno abusato delle quattro ragazze di Ariano Irpino che nel 2001, all'epoca dei fatti, avevano fra i 13 ed i 14 anni. L'inchiesta della procura di Ariano Irpino, guidata dal dott. Amato Barile, è cominciata un anno fa, a seguito della denuncia presentata al commissariato di polizia da una delle vittime del «branco», oggi tutte maggiorenni.
La polizia, attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, ha ottenuto riscontri schiaccianti che inchioderebbero i responsabili. Le ordinanze di custodia cautelare, richieste dal procuratore Amato Barile sono state firmate dal gip di Ariano Irpino, Gabriella Buonavolontà. Delle persone coinvolte nell'inchiesta, operai e commercianti che oggi hanno un' età compresa tra i 25 e i 40 anni, molti dei quali sposati e con figli, otto sono di Ariano Irpino, due di Avellino e le altre due originarie di Foggia e Nola (Napoli): invitavano le giovanissime vittime a feste che si svolgevano in una villa alla periferia di Ariano Irpino e, dopo averle iniziate al consumo di cocaina e altre droghe pesanti, le violentavano ripetutamente, con modalità, affermano gli inquirenti, anche particolarmente ripugnanti.
All' inchiesta hanno collaborato, insieme a quella di Ariano Irpino, le procure di Avellino, Foggia e Nola (Napoli). In casa di alcuni degli indagati, trasferiti subito dopo il blitz scattato all' alba nelle carceri irpine e in quelle di Poggioreale (Napoli) e Foggia, sono state ritrovate alcune pistole, regolarmente denunciate, e un significativo quantitativo di cocaina. Secondo gli inquirenti, il «branco» costituiva una vera e propria organizzazione dello spaccio di droga sul territorio irpino che nella realtà dell'arianese, a giudizio dei magistrati, viene considerata una piaga sempre più estesa e preoccupante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400