Venerdì 26 Febbraio 2021 | 11:50

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoArea a caldo
Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

Taranto, muore operaio 38 anni dopo malore nello spogliatoio

 
BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

I funerali di Tommy Onofri - Il messaggio dei genitori e degli zii

Paola e Paolo Onofri, i genitori del piccolo Tommaso PARMA - «Ciao Tommaso, chi ti scrive ha avuto la fortuna e la gioia, insieme alla tata Giancarla, di stringerti tra le braccia, giocare con te fino a mercoledì 1° marzo. E nonostante un po' di febbre, sprigionavi la tua grande vivacità e trasmettevi tutta la tua straordinaria intelligenza e allegria». Si apre così il messaggio dei genitori e degli zii di Tommy, letto durante la cerimonia funebre.
«È troppo assurdo quello che è successo per cercare una ragione. La rabbia e l'impotenza che ci avvolge offusca la mente», si legge tra l'altro nel pensiero dei familiari. «È difficile in questo momento essere ragionevoli, ma è pur altrettanto vero che senza la fede, la speranza in una vita migliore, sarebbe impossibile andare avanti. Ecco perché con tutta la nostra forza siamo certi che insieme alle molteplici vittime innocenti della pazzia umana, tu possa dall'alto proteggere i tuoi cari e dare forza a tutti quelli che ti hanno conosciuto e voluto bene».
«Dicevi poche parole: mamma, papà, tato, tata, "mommo" anche quando prendevi la medicina. Ma con gli occhi e col tuo sorriso parlavi ed esprimevi tutta la tua voglia di vivere», conclude il messaggio, con la speranza di papà Paolo, di mamma Paola e degli zii «di potere, col tuo aiuto, tornare a sorridere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400