Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 08:00

GDM.TV

i più visti della sezione

Prodi: lavoriamo e andiamo al voto con serenità

Prodi, BerlusconiROMA - Gli italiani votino l'Unione per riportare serenità e per fermare la precarietà nel lavoro.
Questo l'appello radio di Romano Prodi a Rtl 102,5. Ecco il testo integrale: «Si chiude una campagna elettorale lunga e aspra, e troppo spesso si è superato ogni limite. Ma non parliamo di questo, a me è dispiaciuto molto che non si sia discusso di giovani, com'era doveroso, perchè milioni di ragazze e ragazzi per la prima volta eleggeranno deputati e senatori. Era giusto spiegare loro i programmi, le proposte concrete per dare un futuro a loro e al Paese. Io ho toccato tante volte il problema dei giovani, dell'occupazione, proprio perchè è la più importante di tutte per il nostro paese.
Voglio ricordare che a tante riunioni in cui erano presenti persone anziane non mi chiedevano mai dei loro problemi ma solo dei problemi dei loro figli e dei loro nipoti, quindi l'Italia si lancia solo se si lanciano i giovani. E allora non bisogna proporre nè contratti nè libri dei sogni, ma mettersi insieme a scommettere sull'Italia, a scommettere che l'Italia riprenderà il suo ruolo nell'economia e nella politica mondiale. Non voglio sottolineare, a termine campagna elettorale, quello che il centrodestra non ha fatto in bene e gli enormi errori che ha commesso in questi anni, ma vorrei rivolgermi al futuro: a quel che dobbiamo fare per i giovani, per le famiglie. Noi vogliamo innanzitutto aiutare quelli che sono in condizioni più difficili e aiutare le famiglie, le giovani coppie, attuare il rafforzamento delle strutture scolastiche, i finanziamenti per la ricerca e l'impresa, e un aiuto concreto ai bimbi, dalla nascita e fino ai 18 anni. Ma c'è anche uno sforzo molto importante per il mercato del lavoro: la Legge 30, quella che si chiama comunemente legge Biagi, ha introdotto troppa precarietà e ha reso fragili tutti i nostri giovani, ha impedito e impedisce ad una generazione di progettare il futuro. Quello che è avvenuto in Francia ci deve far riflettere, e allora dobbiamo riformare questa legge, conservandone gli aspetti che riguardano la flessibilità, ma diminuendo fortemente questa precarietà, facendo costare di meno il lavoro a tempo indeterminato e di più il lavoro precario. Infine, c'è un ultimo discorso che voglio farvi: il discorso della pace e dell'autorevolezza nella politica estera: l'Italia è sempre meno ascoltata, non ci prendono sul serio.
Dobbiamo ritornare ad essere un Paese che dice cose serie e le mantiene e tornare ad essere un paese che lavora con l'Unione Europea, con le nazioni Unite, e tiene la mano agli Stati Uniti d'America, ma come si tiene la mano di un amico, per questo noi abbiamo bisogno del vostro voto e io credo proprio che il voto all'Ulivo sia per voi e per noi una garanzia di pace, di sviluppo, e anche di un po' di serenità. Io dico che la primavera comincerà davvero il 9 e 10 aprile, e insieme cominceremo a lavorare per una nuova Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo, notte di caccia all'uomo

Strasburgo, notte di caccia all'uomo

 
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights