Domenica 16 Dicembre 2018 | 00:55

GDM.TV

Alonso: «mi sento un canguro, una gara facile»

Fernando AlonsoMELBOURNE - Fernando Alonso si sente «un piccolo canguro australiano»: così il pilota spagnolo ha commentato la sua vittoria al gran premio d'Australia che gli ha fatto fare un ulteriore salto in avanti nella classifica piloti.
«Non è stata una gara difficile, anzi - ha commentato a caldo lo spagnolo -. Direi che è stata la più facile di quest'anno. E' vero che non appena guadagnavo una ventina di secondi entrava in pista una safety car per annullarmi tutto, ma è vero anche che sono riuscito a tenere sempre tutto sotto controllo. Ho mantenuto il motore fresco, in vista di Imola».
«La macchina è eccezionale - ha aggiunto Alonso - qui era la più veloce, e oggi ho potuto fare la mia gara normale. Non è stato difficile. A Imola sarà più dura, non credo che sarà facile ripetere la vittoria dello scorso anno. Comunque io vado avanti così: gara per gara, il mio obiettivo è fare più punti possibile».
Hai già 28 punti: Mondiale in tasca? «No, affatto. Ma oggi ho fatto un buon salto. Come un piccolo canguro australiano».

BRIATORE, VINTE 3 SU 3 ED UN PO' MI VIEN DA RIDERE
In chiusura di collegamento con la Rai, Flavio Briatore fa platealmente il gesto di chi si nasconde la bocca per (non) far vedere che gli vien da ridere... E' spumeggiante il manager della Renault subito dopo la vittoria di Alonso, la seconda nel 2006 per lo spagnolo - leader della classifica mondiale con 14 punti di vantaggio sul suo compagno Giancarlo Fisichella - dopo quella nella prima in Bahrein.
«A Fernando ho detto relax e a due giri dalla fine gli ho detto resta così»... - ha raccontato Briatore - Fisichella? Alla terza volta non ha messo l'antistallo. Succede... Ma poi ha spinto finchè non gli è sciupà el mutur. Come stiamo? Non è difficile fare il budget... Ne abbiamo vinte tre su tre. Oggi è stato anche più facile del previsto».
Giancarlo Fisichella ha escluso errori: «Ho fatto la normale procedura. Peccato, si poteva fare una bella gara. Ma stavo rimontando quando abbiamo avuto diversi altri problemi: abbiamo perso la telemetria ed abbiamo dovuto sistemare a distanza un gusto di elettronica. Il motore ha perso moltissimi cavalli, tanto che era difficile anche restare in scia».
Stato d'animo del romano? «Da una parte sono deluso, dall'altra sono anche contento di quello che ho fatto». Con brivido nel finale: «Quando è esploso il motore di Jenson Button. Gli ero dietro, non si è visto più nulla e la pista è diventata buona per il pattinaggio per tutto l'olio che buttava la sua macchina».
Il romano ha affermato che anche le Michelin hanno avuto i problemi di temperatura delle gomme lamentati dai piloti con le Bridgestone. «Io mi sono girato da solo - ha spiegato Fisichella - perchè le gomme si erano non freddate ma 'congelatè... Non avevo più alcuna aderenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini