Sabato 23 Gennaio 2021 | 21:43

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

Bimbo rapito - Paolo Onofri: col manovale solo rapporti lavoro

PARMA - «Con lui non ho mai avuto rapporti al di là di quelli di lavoro, non siamo mai usciti assieme. E non conosco i suoi amici». Parla così dell'uomo che è stato indagato con l'accusa di concorso nel sequestro di Tommaso, Paolo Onofri, papà del bambino di 18 mesi rapito il due marzo scorso alle porte di Parma.
Sul manovale che partecipò ai lavori di ristrutturazione, insomma, il papà di Tommy non aveva particolari sospetti, almeno secondo le parole rilasciate ai cronisti: «C'erano rapporti cordiali - ha detto Onofri - ma niente di più. Al massimo mia moglie gli ha offerto un caffè. Era nella lista di tutte le persone che avevano frequentato casa mia. Ma come molte altre».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400