Venerdì 26 Febbraio 2021 | 10:58

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAlla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 
MateraLa polemica
Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

Matera, addetto stampa al Comune: Odg e Assostampa contro scelta «selettiva»

 
FoggiaL'ìindagine
Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

Licenza Ncc a Vico del Gargano, ma «lavoravano» a Roma: 3 denunciati per truffa

 
TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

Farà scuola, tre pilastri, prevenire, reprimere, indagare

BRUXELLES - La «lista nera» sulle compagnie aeree a rischio bandite nell'Ue è un sistema che «farà scuola» anche in altre parti del mondo: lo ha ricordato il commissario Ue ai trasporti, Jacques Barrot, che in una conferenza stampa ha annunciato l'elenco reso noto oggi a Bruxelles.
La 'black list', che entrerà in vigore dopo la sua pubblicazione, venerdì, sulla Gazzetta Ufficiale Ue, fa parte della nuova strategia europea nel settore dell'aviazione civile, che si appoggia - ha precisato Barrot - su tre pilastri, e cioè «la prevenzione, la repressione, le indagini».
La prevenzione di fatto è in vigore da tempo, la fase di repressione si è concretizzata proprio con l'arrivo dell'elenco reso noto oggi, mentre le indagini saranno attivate nel 2007, tramite la revisione di alcune direttive del settore.
La «lista nera» di vettori aerei poco sicuri, compilata sulla base dei contributi nazionali e dopo un'analisi approfondita da parte degli esperti degli Stati membri, si trova da oggi sui siti internet della Commissione.
L'elenco contiene 92 vettori per i quali sussiste il divieto operativo assoluto nei cieli europei e 3 vettori soggetti a restrizioni operative. D'ora in avanti, varrà il principio in base al quale i vettori interdetti da uno Stato membro saranno interdetti dall'intera UE.
Rispondendo alle domande dei cronisti, Barrot ha spiegato che da parte degli esperti dei Venticinque c'è stato «un consenso generale» sulla compilazione della lista, che avrà delle ripercussioni concrete sull'Ue. In aggiunta al suo carattere punitivo, infatti, essa incoraggerà tutti i vettori aerei che operano in Europa a rispettare pienamente le norme di sicurezza e dissuaderà i vettori aerei privi di scrupoli dall'operare in Europa.
La lista permetterà inoltre di evitare divergenze tra i divieti e le restrizioni operative decisi dai singoli paesi. Grazie alla sua ampia diffusione la lista avrà un impatto a livello mondiale. La Commissione consiglia d'altra parte di evitare di viaggiare con questi vettori in altre parti del mondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400