Giovedì 21 Gennaio 2021 | 10:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

Volturino, fanno esplodere bancomat e fuggono con il denaro: indagano i cc

 
BatIl caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
Barinel Barese
Corato, scovato piromane di dodici anni

Corato, scovato piromane di dodici anni

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Calcio / Serie A - La Juventus pareggia 0-0 con il Milan e si mette in tasca il 29° scudetto

TORINO - Vento, neve e tempesta sul campionato, virtualmente vinto dalla Juve. Non si è andati oltre il 29' a Cagliari, ma anche ad Empoli e Messina Eolo (dio del vento) è stato un protagonista sgradito. La Juventus ha praticamente vinto lo scudetto n.29 in virtù dello 0-0 nella cosiddetta «sfida dello scudetto» col Milan. Ma quale "partita dello scudetto"? Il Milan ha giocato meglio, ma grossissime occasioni non se ne sono viste anche se Buffon ha dovuto fare due o tre interventi difficili. La verità è che la Juve ha giocato cinicamente per il pareggio ed il Milan (nel finale in dieci per l'espulsione di Gattuso) non è riuscito a passare. I bianconeri quest'anno avevano sempre segnato, stavolta sono rimasti all'asciutto. Calcio - Juventus Milan
Le ultime partite di campionato e Champions avevano detto di un Milan più in forma e la serata di Torino ha rispecchiato questa realtà. Capello, vecchia volpe, essendo conscio delle difficoltà dei suoi, ha preferito farsi umile e andare al sodo. Così ha lasciato all'avversario la possibilità di vantarsi di aver strappato quattro punti alla capolista, ma sostanzialmente è rimasto dieci punti davanti al Milan. E non crediamo che nelle restanti nove giornate la Juve si faccia rubare la dote di dieci punti. I rossoneri restano con due punti di vantaggio sull'Inter: il secondo posto è il loro traguardo, checché ne dica la pubblicità e le scontate proteste milaniste per l'arbitraggio di De Santis.
Alle spalle della coppia regina, Adriano è riuscito a rilanciare se stesso e l'Inter. L'imperatore non segnava da dieci giornate e la squadra di Mancini sembrava un po' in fase calante. Intendiamoci: non è stata una vittoria «splendida» quella dell'Inter, ma è stata importante alla vigilia della importante sfida di Champions con l'Ajax che potrebbe proiettarla verso la parte alta del tabellone. Ci siamo soffermati nel dopopartita con Novellino, nostra vecchia conoscenza dei tempi del «Milan della stella» (1978-79): per la Samp è un periodo tremendamente sfortunato. Il tecnico si lamenta dei troppi infortuni in attacco (Bonazzoli, Bazzani) e del fatto che Flachi, Kutuzov ecc. segnino poco (quattro sconfitte consecutive, un solo gol segnato: da Volpi, un centrocampista). In due parole: la squadra costruisce, ma non finalizza. Toldo ha fatto dei miracoli e comunque l'Inter può ora sperare di terminare in;discesa la stagione. La Roma non è riuscita a sopravanzare la Fiorentina, che nel recupero di Cagliari giocherà solo un'ora e potrà probabilmente schierare quel Toni che a Cagliari stavolta non è andato. La squadra di Spalletti si è fermata a 12 partite utili consecutive e il 13 le ha portato sfortuna, visto che ha avuto problemi per i portieri: Doni out e Curci malandato che ha dovuto giocare per forza. L'Ascoli (sette partite senza sconfitte in cui ha fatto 13 punti) si era portato sul 3-0 prima che la Roma tentasse il pareggio, arrivando al 3-2.
In zona UEFA per due posti corrono in tanti: il Livorno (una vittoria in 11 partite) ha giocato una bella partita a Parma, ma ha perso: Mazzone in sei gare ha preso sei punti ed è alla seconda sconfitta consecutiva. La Lazio ha travolto (senza il grosso dei tifosi in tribuna) la Reggina. Ci si chiede se la clamorosa contestazione a Lotito (c'è Chinaglia dietro?) abbia ragion d'essere, visto che il club è risanato e le cose non vanno male: ma nel calcio tutto può succedere. I biancocelesti hanno fatto il passo in avanti più consistente, visto che il Chievo ha interrotto la sua serie positiva (5 turni) a Empoli. Hanno la possibilità di tentare di andare in Europa anche la Sampdoria e il Palermo del confermato Papadopulo (che ha lanciato Agliardi in porta): Di Michele ha segnato una punizione capolavoro ai suoi ex compagni dell'Udinese. Aritmeticamente sarebbe in corsa anche l'Ascoli, ma non esageriamo. Il Siena (Bogdani ottavo gol) ha raggiunto una posizione di tutta tranquillità contro un Treviso molto duro. Chiesa ha sbagliato il terzo rigore, Zancopè ha parato il secondo nella stagione. La vittoria di tutte le squadre di coda (salvo il Cagliari che ha giocato meno di mezzora) ha reso
difficile la situazione dell'Udinese che non vince da 12 partite (21 dicembre con la Samp) in cui ha totalizzato solo 5 punti. Di questo passo -e dovendo pensare anche alle Coppe- la squadra friulana potrebbe scivolare in posizione pericolosissima (e non ha forse la mentalità per lottare in coda).
Pur di salvarsi col suo Empoli, l'allenatore Cagni si è persin tagliato i baffi: la sua squadra ha vinto in casa (sul Chievo) dopo quattro mesi di astinenza (ultimo successo sulla Reggina il 5 novembre). Ma preziosissimi sono stati pure i tre punti conquistati da Parma (sul Livorno con un po' di fortuna) che è quasi in salvo e dal Messina (sul Lecce) con zuffa finale piuttosto accesa: quale il tema della discussione? Misteri del calcio.
Franco Zuccalà

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400