Martedì 23 Aprile 2019 | 12:21

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 
PotenzaPetrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
BariLotta alla droga
Monopoli, nascondeva nel giardino di casa cocaina e olio di hashish: in manette 33enne

Monopoli, nascondeva nel giardino di casa droga e olio di hashish: in manette 33enne

 
MateraMobilità green
Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

 
HomeIl martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
FoggiaOccupazione
Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

 
BrindisiL'ordinanza
Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

 
BatDiscariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 

Fassino sul caso Storace ripete: c'è del marcio a destra

Piero FassinoMILANO - A differenza di Romano Prodi che ha preferito evitare ogni commento sulla vicenda Storace, il segretario dei Ds Piero Fassino anche oggi ha ribadito il suo giudizio espresso ieri: «C'è del marcio a destra. E anzichè fare le vergini indignate, i vertici di An a cominciare da Fini si diano da fare».
E' quanto Fassino ha detto stamani a Milano ospite di Radio Popolare per il primo di una serie di incontri con esponenti politici con i quali la radio commenta la rassegna stampa del giorno. Inevitabile, quindi, che la rassegna stampa di oggi cominci con il commento della vicenda Storace, che occupa i primi titoli di quasi tutti i quotidiani.
«Mentre sulla richiesta di rinvio a giudizio di Berlusconi preferisco non parlare, perchè penso che la politica debba stare fuori da ogni commento - ha detto Fassino -, la vicenda Storace non la posso ignorare perchè è entrata direttamente dentro la politica».

Secondo Fassino il caso, Storace si inserisce in una serie di vicende, dal caso Alemanno-Parmalat al caso Moffa, fino a consiglieri Anas in quota ad An a loro volta indagati per intercettazione e altri atti illegali. «La vicenda Storace - ha spiegato Fassino - si iscrive in una serie di vicende che mi portano a porre questa domanda: ma che idea di politica ha la destra? E per questo arrivo a dire che c'è del marcio a destra. E' troppo chiedere a Gianfranco Fini di dismettere i panni della sua imperturbabilità e chiedere che cosa intende fare di fronte a queste cose?».
Secondo Fassino «la difesa di Storace si basa su una richiesta di bonifica dei suoi uffici. Dice una cosa non vera. In questo caso è stata messa in essere un'attività di inquinamento dell'azione degli avversari politici. Qualcuno ha alterato le firme per la lista Mussolini, vi è stato cioè un tentativo di inquinare il voto delle regionali 2004 a danno della Mussolini e di Marrazzo».
«In altre parole - ha proseguito Fassino - è stato ordito un vero e proprio complotto, sono stati usati mezzi illegali, ed è ancor più grave perchè sono stati coinvolti pubblici ufficiali. Per questo arrivo a dire che c'è del marcio a destra: nel giro di pochi mesi si è assistito a una serie di fatti che fanno riflettere. Mi riferisco al caso Alemanno-Parmalat, al caso Storace. Ieri è stata aperta una indagine per corruzione nei confronti dell'ex segretario provinciale di Roma Moffa, persona non secondaria se si pensa che ha scritto il programma per An. Oggi sono state trovate intercettazioni illegali da parte di un consigliere di amministrazione dell'Anas in quota ad An. E' troppo chiedere a Gianfranco Fini che cosa intende fare?».
Quanto a coloro che sostengono che anche il centrosinistra è stato coinvolto nel caso Unipol in intercettazioni telefoniche, Fassino ha replicato in questi termini: «Io nel caso Unipol non ho commesso alcun reato. Se mai sono stato vittima di un reato. Io le intercettazioni telefoniche le ho subite, mentre Storace o chi per lui le hanno fatte. C'è una bella differenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Maltempo a Bari, cade giù albero in via Adriatico

Maltempo a Bari, cade giù albero in via Adriatico

 
Bari, alberi caduti in Piazza Moro: il video

Bari, alberi caduti in Piazza Moro: il video

 
Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

Pasquetta a Bari, gita fuori porta anche per i cinghiali: il pic nic tra i rifiuti

 
Cinquanta giovani atlete pugliesidi fronte ai tecnici del settore nazionali

Cinquanta giovani atlete pugliesi
di fronte ai tecnici del settore nazionali

 
Nazionale seniores maschiletutto gira attorno a Bari

Nazionale seniores maschile
tutto gira attorno a Bari

 
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
Sommergibili, 24 nuovi "delfini"consegnati a Taranto i brevetti

Sommergibili, 24 nuovi "delfini"
consegnati a Taranto i brevetti

 
Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

 
Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

 
Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta