Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 11:02

GDM.TV

i più visti della sezione

Si costituisce boss della Mafia. «E' molto inconsueto», preoccupazione fra i pm della Dda di Palermo

PALERMO - C'è preoccupazione e perplessità fra i pm della Dda di Palermo in seguito alla scelta fatta dal boss mafioso Vincenzo Pandolfo di costituirsi in carcere dopo 15 anni di latitanza. Per questo motivo gli inquirenti vogliono accertare i motivi per i quali il ricercato, considerato uomo di fiducia della famiglia mafiosa dei Messina Denaro, ha scelto di interrompere la latitanza.
La perplessità di investigatori e magistrati nasce anche dal fatto che Pandolfo fino adesso ha goduto della protezione del capomafia di Trapani, Matteo Messina Denaro, considerato uno dei boss più vicini al superlatitante Bernardo Provenzano.
La decisione del boss di costituirsi non rientrerebbe fra le regole di Cosa nostra. Per questo motivo investigatori e pm sono in allerta: se non si dovesse trattare di una «resa», come ipotizzano gli inquirenti, allora occorre «stare con gli occhi aperti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia