Sabato 23 Gennaio 2021 | 00:28

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

L'appello: va aumentato il dosaggio di Tegretol

PARMA - Il piccolo Tommaso deve cambiare il dosaggio del farmaco Tegretol con urgenza. E' l'accorato appello letto dalla madre Paola ai giornalisti davanti alla questura di Parma.
«Dai risultati di analisi effettuate pochi giorni prima del rapimento di nostro figlio è emerso come sia risultato basso il dosaggio del farmaco Tegretol somministrato a Tommaso», ha detto la madre. «Si è evidenziata l'assoluta necessità di aumentare il dosaggio a 5 millilitri il mattino e 5 alla sera».
«Chiunque possa far pervenire questo messaggio ai rapitori lo faccia pensando che sta salvando la vita di un bambino», ha aggiunto la madre, che aveva accanto il marito e l'avvocato, amico di famiglia, Claudia Pezzoni.
La signora Onofri è uscita dal portone della questura ringraziando i cronisti presenti per «la vostra attenzione e professionalità che avete dimostrato nei confronti della nostra famiglia». Poi ha aggiunto: «Mi permetto di chiedere ancora la vostra collaborazione per diffondere al massimo le notizie mediche che ci sono giunte dal dottor Carlo Capone (il neuropsichiatra che ha in cura il bambino, ndr) in ordine alla salute del nostro bambino Tommaso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400