Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:53

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Vladimir Luxuria polemizza con Casini sui Pacs: chiedo diritti uguali per tutti

ROMA - «Chi predica bene razzola malissimo». Vladimir Luxuria critica Pier Ferdinando Casini per la posizione espressa sui Pacs. «Noto - dice in una nota - che il presidente della Camera continua a fare ironia sulle unioni civili chiedendosi come farà Prodi a celebrare il matrimonio tra Luxuria e Mastella». «Io invece mi chiedo come fa Casini a ergersi a difensore del matrimonio secondo il rito di Santa Romana Chiesa. Ricordo - aggiunge infatti - che lui, dopo essersi diviso dalla moglie è attualmente convivente e attende ancora che il suo precedente matrimonio venga annullato dalla Sacra Rota. Nel frattempo, da convivente, non ha bisogno di diritti civili da noi richiesti per due motivi: sia la condizione economica del presidente che quella di Azzurra Caltagirone (figlia del noto imprenditore) sono talmente floride che per loro problemi come la voltura d'affitto o la reversibilità della pensione sono secondari. I parlamentari, poi, hanno una cassa privata dove ogni mese versano una quota dell'indennità parlamentare per l'assistenza sanitaria per familiari o conviventi more uxorio. I parlamentari, solo se eterosessuali, pur non essendo legati da matrimonio civile o religioso godono di alcuni diritti civili negati ad altri».
«Come al solito - conclude la candidata del Prc - chi predica bene razzola malissimo. Quello che chiederò non saranno privilegi, ma diritti civili per tutti, indipendentemente dall'orientamento sessuale, dalla professione svolta e dalla condizione economica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400