Martedì 19 Gennaio 2021 | 16:14

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl bilancio del Wwf
Molfetta, recuperate e liberate oltre mille tartarughe marine in poco più di 2 anni

Molfetta, recuperate e liberate oltre mille tartarughe marine in poco più di 2 anni

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
TarantoLa protesta
Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
PotenzaLa pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Un altro focolaio sospetto in Romania

BUCAREST - Nuovo focolaio sospetto di influenza aviaria in Romania, nella zona al confine bulgaro. «I test realizzati sui campioni prelevati dal pollame in un cortile, nel villaggio di Ostrov, nella contea di Constanta, fanno temere l'influenza aviaria», ha reso noto Ion Agafitei, responsabile dei servizi veterinari del Paese. Ostrov dista 9km dalla città bulgara di Silistra, sulle rive del Danubio.
Agafitei ha spiegato che i campioni saranno sottoposti ad analisi in un laboratorio di Bucarest per eventualmente confermare la presenza del virus H5; e, in caso di risultato positivo, saranno inviati al laboratorio di riferimento dell'Oms (l'Organizzazione Mondiale della Sanità), a Weibridge, in Gran Bretagna.
Ieri la Romania aveva confermato un nuovo focolaio dell'H5N1, il ceppo altamente patogeno dell'aviaria, localizzato nel sudest del Paese, a Topraisar, non distante da Constanta (primo caso dallo scorso ottobre) e l'esistenza di altri casi sospetti in una fattoria al confine con la Bulgaria.
Dalla scoperta del primo focolaio di H5N1, il 7 ottobre, l'influenza aviaria in Romania è stata trovata in 31 villaggi e ha causato l'abbattimento di oltre 120.000 volatili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400