Giovedì 21 Gennaio 2021 | 06:15

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Petrolio - «Questi gli interventi in Val d'Agri»: relazione del presidente della Regione

POTENZA - Il presidente della Regione, Vito De Filippo, ha esposto i riferimenti di legge alla base delle royalties, corrisposte a partire dal 1999. Originariamente i fondi ottenuti furono impiegati nell'ambito di un piano elaborato dal Dipartimento attività produttive, distinto in 6 linee di intervento indirizzate al finanziamento diretto o indiretto di attività produttive, mentre, successivamente, furono destinati al finanziamento di un programma operativo, denominato Programma operativo Val d'Agri.
Nel contempo la Regione - ha aggiunto De Filippo - ha attivato con il Governo e con le compagnie petrolifere che agiscono in Val d'Agri (rappresentate dall'Eni) un negoziato finalizzato al riconoscimento di un principio, in seguito recepito anche dalla norma nazionale "di compensazione ambientale".
In aggiunta alle risorse rivenienti dalle royalties è stato stipulato un protocollo d'intesa Regione-Stato, contenente l'impegno a realizzare interventi di infrastrutturazione che interessino l'area dell'estrazione, ed un protocollo d'intenti con l'Eni, in cui sono previste misure multisettoriali di compensazione e tutela ambientale a cui si è dato seguito tramite specifici "accordi attuativi".
È stata poi siglata un'intesa con la Total, operatore maggioritario della Concessione Gorgoglione, e si è in fase finale della definizione di un accordo attuativo con i contitolari la Concessione Gorgoglione.
Per quanto riguarda il Programma Operativo della Val d'Agri, il presidente della Regione ha ribadito la validità dell'approccio metodologico seguito nella programmazione ed attuazione dell'intervento che esalta al massimo livello il protagonismo degli enti locali del comprensorio, in una ottica di sussidiarietà verticale, evitando duplicazioni e quindi sprechi.
La sua architettura si basa su tre punti: un documento ("Programma") che definisce il quadro dei fabbisogni, il sistema degli obiettivi, le linee di intervento e le indicazioni operative generali, il modello organizzativo e gestionale, il piano finanziario e le dimensioni della valutazione; un protocollo di intesa sottoscritto tra la Regione, le autonomie istituzionali e le parti sociali per regolare e disciplinare la partecipazione ed il sostegno al programma; un Accordo di programma tra la Regione e gli Enti locali che la regolazione individua quali destinatari degli interventi a valere sui proventi delle royalties.
Questi, invece, gli obiettivi strategici che si vogliono raggiungere: salvaguardia e miglioramento del contesto di vivibilità ambientale, attraverso la salvaguardia degli equilibri ambientali, la tutela dell'architettura paesaggistica e il decoro dei centri urbani; potenziamento della dotazione complessiva delle infrastrutture essenziali; miglioramento delle dotazioni di servizio per l'elevazione della qualità della vita; aumento delle condizioni e delle occasioni di occupabilità durevole e sostenibile attraverso il sostegno alle attività produttive, in coerenza e sincronia con lo start-up del Parco nazionale della Val d'Agri.
Il presidente De Filippo ha quindi parlato degli accordi Eni, che si propongono di realizzare interventi di compensazione ambientale; implementare e la gestire un sistema di monitoraggio ambientale; attivare l'Osservatorio ambientale; realizzare un programma di completamento della rete di distribuzione del gas metano; sostenere programmi regionali per lo sviluppo sostenibile; erogare borse di studio a giovani laureati lucani; istituire una sezione decentrata della Fondazione Mattei (una scuola di eccellenza nel campo dell'economia, dell'ambiente, dell'energia e delle nuove tecnologie).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400