Lunedì 08 Marzo 2021 | 04:32

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Due casi in Puglia

BARI - L'assessore regionale pugliese alla sanità, Alberto Tedesco, ha convocato d'urgenza una riunione dell'unità di crisi regionale per esaminare la situazione dei casi di influenza aviaria accertati in Puglia. Poco prima di entrare all'incontro, che si tiene nel policlinico di Bari, Tedesco ha reso noto che i casi di animali morti per aviaria accertati in Puglia sono due, uno a Manduria, e l'altro nel nord della Puglia.

UN CIGNO MORTO OASI TARANTINO
Sarebbe stata causata dall'influenza aviaria la morte di un cigno la cui carcassa è stata ritrovata la settimana scorsa nell'oasi di Manduria, in provincia di Taranto. Secondo quanto riferito dal dirigente del presidio multizonale di prevenzione della Asl Taranto, il sospetto di aviaria, avanzato dopo prime analisi, è stato confermato oggi anche dall'istituto di referenza nel Veneto dove sono state compiute ulteriori analisi.
Appartiene ad uno dei ceppi più violenti il virus dell'aviaria che ha ucciso il cigno selvatico trovato morto una settimana fa nell'oasi ambientale in territorio di Manduria. Lo ha confermato il dipartimento di prevenzione dell'Asl Taranto 1.

Per le 15 di oggi è stata convocata una riunione dell'unità di crisi locale dell'Asl tarantina e nel frattempo è stata data disposizione per la distribuzione di un farmaco antivirale nelle farmacie, non essendoci comunque un vaccino contro l'aviaria. Un'altra riunione dell' unità di crisi locale dell'Asl è già prevista per domani alle 15 alla presenza del direttore generale dell'azienda sanitaria locale, Marco Urago che sta rientrando dalla Spagna dov'era impegnato in un convegno internazionale.
L'Asl, secondo quanto assicurato da Urago, diramerà due comunicati al giorno per fare il punto della situazione, alla luce degli ulteriori controlli disposti dal dipartimento di prevenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400