Lunedì 10 Dicembre 2018 | 09:11

GDM.TV

i più visti della sezione

Snowboard: è qui la festa?

Olimpiadi Torino 2006 - SnowboarderBARDONECCHIA (TORINO) - Li chiamano «surfisti della neve», loro preferiscono definirsi artisti: sempre allegri, mai polemici, felici di fare spettacolo sulle loro tavole. Sono gli atleti dello snowboard, la disciplina che fa impazzire i ragazzi e scoppiare di invidia i loro genitori. A Torino 2006 lo show va in scena sulle piste di Bardonecchia, nell'alta valle di Susa. Sarà la città più spensierata dei Giochi di Torino 2006, c'è da giurarci. Sull'agenda degli snowboarder c'è un appuntamento importante, per loro, quanto, e forse ancora di più, delle gare: la tradizionale grande festa in discoteca. E così gli artisti del monosci, come veniva chiamato una volta, si preparano alla lunga serata di domenica prossima, per il «party più cool della stagione», come recita l'invito della Redbull, sponsor dello snowboard. Si annuncia la solita notte scatenata.

Alla festa ci saranno tutti, gli artisti della neve: quelli che gareggiano nel più classico gigante parallelo, gli spericolati del boardercross, per la prima volta nel programma ufficiale olimpico, e i funamboli sul mezzo tubo dell'half pipe, poche ore dopo l'assegnazione del primo oro (maschile).
Parlare di podi e di medaglie sembra quasi irriverente nell' allegra combriccola degli snowboarders, in realtà il successo piace, e molto, anche a loro. Gli italiani hanno serie ambizioni e abbondano pure i motivi di rivincita. Al ventitreenne udinese Giacomo Kratter, ad esempio, all'ultima Olimpiade, a Salt Lake City, la medaglia di bronzo nell'half pipe è sfumata per un decimo di punto, un'inezia. Un risultato che ha lasciato l'amaro in bocca, con il sospetto che un giudice, poichè i Giochi erano negli Usa, abbia favorito l'americano Thomas.
Kratter ha accettato il verdetto con serenità, perchè «più che uno sport - dice - lo snowboard è una filosofia di vita. Lo snowboard è libertà, un feeling con la neve. Durante le gare c'è meno tensione. meno angoscia, rispetto agli altri sport. Si può davvero affermare che siamo tutti amici».
Olimpiadi Torino 2006 - Snowboarder
Un'altra azzurra motivatisima è la bolzanina Carmen Ranigler, fermata a un mese dai Giochi di Salt Lake City perchè trovata positiva agli steroidi a un controllo antidoping a sorpresa. E' stata al palo due anni, fino al dicembre 2003, a Bardonecchia ce la metterà tutta pur di salure sul podio. Gli italiani da medaglia, o comunque da ottimo piazzamento, non finiscono qua, sottolinea con orgoglio Gianmarco Peri, il direttore tecnico della squadra azzurra. Le frecce sono anche, nel boardercross, il piemontese Simone Malusà, 32 anni fra pochi giorni, il ventitrenne milanese Simone Tagliaferri, il trentino Alberto Schiavon, il genovese Stefano Pozzolini. Nel gigante parallelo sono agguerrite le veterane Marion Posch (classe 1972, 43 podi e 16 vittorie in Coppa del mondo), altoatesina, e Lidia Trettel ('73), trentina, la ventenne carabiniera udinese Corinna Boccaccini. «Non dico che sbancheremo il podio - precisa Peri - ma sono molti gli azzurri con potenzialità da medaglia. Poi, si sa, in una gara secca il risultato dipende per il 50% dalla fortuna, anche i ragazzi dello snowboard sentono la pressione dell'Olimpiade. Ma - aggiunge il ct azzurro - gli allenamenti sono stati buoni, la neve di Bardonecchia è eccellente». E lo snowboard non può essere certamente più considerato uno sport minore ai Giochi. «In Italia - chiude Peri - lo praticano 500-600mila persone, gli atleti che partecipano a gare internazionali sono 300».
Renato Botto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour