Lunedì 17 Dicembre 2018 | 01:47

GDM.TV

Un testimone: l'autobus ci stava per piombare in casa

ROMA - «Ci stava per piombare in casa, proprio nella camera delle nostre due bambine. Dal terrazzo lo possiamo quasi toccare». Così Elena, che vive nella palazzina anni '60 in via Romeo Romei, descrive la paura vissuta ieri sera quando il pullman carico di turchi in viaggio premio le è piombato a due passi da casa.
«Prima c'era stata la festa a Villa Miani - ha raccontato -, c'erano stati anche i fuochi d'artificio, poi abbiamo sentito questo terribile boato. Inizialmente pensavamo che si trattasse di una lite, come spesso accade, nel vicino campo nomadi. Poi, ci siamo affacciati al balcone e abbiamo visto il pullman, sentito le grida di quei poveretti».
Via Romeo Romei è una parallela di via Trionfale e il pullman è precipitato proprio da quest'ultima via in un'area verde a ridosso del villino anni '60 dove risiede la signora.
Poco distante c'è un accampamento di nomadi che non è stato interessato dall'incidente. Tra gli abitanti di questa zona residenziale di Roma, alle pendici della collina di Monte Mario e a due passi dal Tribunale di piazzale Clodio, non si parla d'altro. L'incidente, costato la vita a 12 passeggeri del pullman mentre venti sono rimasti feriti, è il primo accaduto all'altezza di quella curva in via Trionfale, raccontano gli abitanti. «Non era accaduto niente di simile prima - hanno raccontato un residente - ma avevamo sempre timore che potesse succedere».

Attualmente l'autobus è ancora conficcato, quasi in verticale, tra le due palazzine nel giardino di due immobili.
Dopo aver tentato inutilmente di rimuoverlo con una gru, i vigili del fuoco torneranno sul posto in mattinata, sperando che la luce del giorno ed il supporto di un mezzo speciale, proveniente da Brescia, permettano di sollevare il mezzo. Guardano il pullman e ricordano lo choc di ieri sera i residenti delle due palazzine, che si sono visti piombare all'improvviso il pullman davanti le proprie abitazioni. «Abbiamo sentito un gran tonfo, - racconta un anziano - e poi urla e grida. Il bus era rovesciato e quasi in piedi e sfiorava le finestre di alcuni appartamenti. Abbiamo subito chiamato i soccorsi e cercato di far uscire i feriti meno gravi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia