Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:34

GDM.TV

Una nave di emigranti e pellegrini

naufragio traghetto egizianoIL CAIRO - Non c'erano turisti in vacanza alla ricerca delle meraviglie del Mar Rosso sulla nave della tragedia che si è inabissata portando con sè centinaia di pellegrini ed emigranti egiziani, di ritorno dall'Arabia saudita.
La 'Al Salam Boccaccio 98' era stata costruita nel 1970 a Castellammare di Stabia, ed era stata venduta sette anni fa dalla Tirrenia alla compagnia marittima egiziana al Salam. Una grossa nave traghetto, che una volta viaggiava per le acque del Tirreno, portando i turisti in ferie. Ma a bordo, la notte scorsa, quando la nave è scomparsa al largo nel Mar Rosso, c'erano pellegrini saliti a bordo a Gedda, porto di partenza del viaggio, dopo l'annuale pellegrinaggio alla Mecca. E molti emigrati egiziani o familiari di emigrati di ritorno dall'Arabia saudita, dove probabilmente avevano passato le feste per il Capodanno musulmano, celebrato quest'anno il 31 gennaio. Novecentomila egiziani vivono in Arabia saudita, lavorano in vari settori. «Una carretta», ha detto una ex passeggera, intervistata dalla BBC, che ha raccontato un viaggio da incubo. E un incubo vero è scritto sui volti dei superstiti, recuperati dalle squadre di soccorso, terrorizzati, dopo ore e ore, su scialuppe in un mare in tempesta, infestato di pescecani. Il vento, la scorsa notte, ha cominciato a soffiare molto forte all'improvviso. Cosa non rara in questa stagione, e difatti su quel tratto di mare solitamente trafficato, non c'erano imbarcazioni.
Dopo una giornata di ricerche, sul calar della sera e della foschia, che rallenterà le ricerche, erano state tratte in salvo circa duecento persone. Sono state trasferite in ospedale, sono in buone condizioni fisiche ma ancora sotto shock. Per lo più sono uomini, quelli che la televisione egiziana ha ripreso all'arrivo a Safaga, il porto a 600 chilometri a Sud Est del Cairo, dove la nave era diretta ieri notte. Loro potranno, forse, spiegare il mistero di questo naufragio tanto rapido e silenzioso.
Ci sono problemi di sicurezza, ha detto chiaramente il portavoce presidenziale, riferendo la richiesta di Hosni Mubarak di fare luci sui molti interrogativi: come mai c'erano poche scialuppe a bordo e perchè una nave tanto grossa è scomparsa così velocemente? Mubarak non ha detto quando i soccorsi siano partiti. La notizia è stata data solo oggi in tarda mattinata. La nave, hanno detto in serata fonti ufficiali, è ora a 900 metri di profondità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori