Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 04:32

GDM.TV

i più visti della sezione

Operazione "Abid" - Il capo del racket un sudanese che aveva la sua base a Crotone

CROTONE - Si chiama Suliman, è un sudanese ed è stato catturato questa notte il capo dell'organizzazione transnazionale, con base a Crotone, che gestiva la tratta di esseri umani dal Nord Africa all'Italia. Lo ha riferito Raffaele Grassi, del Servizio Centrale Operativo della Dac in riferimento alla maxi operazione messa a segno oggi dalla Polizia. «I cervelli che gestivano il traffico avevano base a Crotone -ha aggiunto Grassi -. È qui che operavano le tre cellule, dell'organizzazione: una a composizione sudanese, una eritrea e una marocchina. Ed è da qui che venivano gestite le fughe dal Centro di prima accoglienza. Il gruppo, che era strutturato in maniera verticistica, aveva basi logistiche in altre zone d'Italia, a Milano, Firenze, Rieti. Ma si trattava solo di centraline di appoggio».
Intanto, riferisce Grassi, le indagini vanno avanti. «Occorre approfondire - sottolinea - diversi aspetti anche sulla base del materiale sequestrato che è all'esame di investigatori e inquirenti». «Per esempio - spiega - l'aspetto finanziario, la destinazione finale del denaro incassato dai mercanti e che veniva mandato in Libia. Un'enorme quantità di soldi, se solo si pensa che ogni viaggio della speranza costava tra i 1500-2000 euro, più 700-800 euro per "riscatto" sequestrati e 300 euro per la fuga dal centro di accoglienza e che sono stati migliaia i clandestini fatti sbarcare in Italia».
«Ancora da collocare temporalmente - prosegue Grassi - sono i due presunti omicidi di nigeriani, uccisi a martellate, ai quali fa riferimento una telefonata intercettata. Il fatto potrebbe collocarsi nell'ambito di uno sbarco avvenuto in Sicilia nel luglio del 2005. Insomma non ci fermeremo».
Quanto al lavoro svolto insieme alla polizia libica, osserva Grassi, «la sinergia è stata completa e proficua come dimostra il risultato di oggi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia