Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 12:30

GDM.TV

La Corte dei Conti: troppe consulenze e spesso fuori legge nella Pubblica Amministrazione

ROMA - Troppe consulenze e spesso fuori legge nella Pubblica Amministrazione. La Corte dei Conti punta il dito contro gli incarichi esterni delle amministrazioni pubbliche. «I giudizi per responsabilità amministrative, conclusi con sentenze di condanna, continuano a dimostrare, come il ricorso a consulenze o incarichi esterni avvenga, non di rado, al di fuori delle ipotesi consentite dalla legge e, molto spesso, senza produrre alcun effetto utile, anche a causa del contenuto indeterminato degli incarichi e della loro estraneità ai fini dell'ente conferente», denuncia il procuratore generale della Corte dei Conti, Vincenzo Apicella, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 2006.
«Da ciò consegue la necessità non solo dell'applicazione di meccanismi di repressione di tali illiceità, attraverso giudizi per responsabilità amministrativa -continua Apicella- ovvero procedimenti disciplinari, ma anche, in primo luogo, gli strumenti preventivi che possano stimolare comportamenti virtuosi da parte degli amministratori pubblici». Il procuratore generale della Corte dei Conti ricorda che «l'ultima legge finanziaria ha reso particolarmente corposa la riduzione della possibilità di spesa annua in materia (che, dal 2006, non può superare il 50% di quella sostenuta nel 2004), ha posto un limite all'importo complessivo dei contratti di consulenza nei prossimi tre anni: importo che non può essere superiori rispetto all'ammontare totale dei contratti in essere al 30 settembre 2005. Infine, ha ridotto del 10% i relativi compensi (rispetto agli importi risultanti alla data del 30 settembre 2005)».
Il legislatore, però, denuncia Apicella, «ha escluso dall'applicazione del primo limite gli Enti territoriali autonomi e quelli del Servizio sanitario nazionale. Ciò può suscitare qualche perplessità, in quanto si tratta, proprio degli Enti in cui maggiormente si verificano le suindicate illiceità, anche sottoforma del ricorso all'assistenza di avvocati esterni, pur in presenza di uffici legali, per far fronte ad ordinari contenziosi, ovvero per problematiche risolvibili anche dagli uffici burocratici».
Comunque, riguardo a questi Enti, spiega Apicella «la legge prevede la trasmissione degli atti di spesa relativi al conferimento degli incarichi di consulenza, superiori a 5.000 euro, alla competente sezione della Corte dei Conti per l'esercizio del controllo successivo sulla gestione, con il conseguente obbligo delle amministrazioni di comunicare a quest'ultima le misure correttive adottate, nel caso in cui dai suddetti atti si evidenzino comportamenti difformi da una sana gestione finanziaria».

IL DANNO PIU' EVIDENTE E' LO SPRECO
Dal punto di vista quantitativo, rispetto al 2004, accanto ad un leggero aumento delle denunce pervenute agli uffici regionali di procura (+0,7%), va sottolineato il netto aumento delle citazioni in giudizio (+10,7%), degli importi oggetto di garanzia con sequestri conservativi cautelari (+7,8%) e delle riscossioni da procedimenti monitori (+34,8%), denuncia la Corte dei Conti. In termini numerici, gli atti di citazione sono stati, nel 2005, 1.248 rispetto al 1.115 dell'anno precedente.
«Spiace dover rilevare che si è verificato un aumento delle azioni per danno dovuto a consulenze esterne e incarichi -dice Apicella- a fattispecie concernenti danni verificatisi nella gestione del personale, quelli connessi a casi di corruzione e altri reati, da pregiudizio all'immagine. Inoltre, sia le istruttorie che le azioni per cattiva gestione di entrate e per attività contrattuale hanno segnalato nel 2005, un notevole incremento numerico. Infine, sono in stato di avanzata istruttoria numerosi casi di cattiva gestione di risorse comunitarie e di quelle riservate alla sanità. A ben considerare, però, quasi tutti i detti comportamenti, dal punto di vista economico e contabile, producono un'unica, fondamentale figura di danno, quella che comunemente va sotto il nome di spreco».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights