Martedì 11 Dicembre 2018 | 14:56

GDM.TV

i più visti della sezione

Berlusconi: la par condicio è una legge liberticida. Ribatte Casini: ne risponde il premier di certe considerazioni

MILANO - Nuovo attacco di Silvio Berlusconi alla par condicio: «Non è solo una legge illiberale, è una legge liberticida». E' quanto il premier ha detto la notte scorsa, dopo che a Palazzo Reale a Milano aveva preso parte alla festa di compleanno di sua mamma, signora Rosa.
Berlusconi ha peraltro escluso che sulla par condicio esista uno scontro tra lui e il Quirinale: «Chi vi legge uno scontro è in malafede. Non vi è alcuno scontro con il presidente Ciampi».

CASINI, LEGGE BAVAGLIO? E' LA LEGGE
La par condicio una legge 'bavaglio'? «Naturalmente questi sono i termini che usa il presidente del Consiglio e ne risponderà lui, ma la par condicio è una legge che c'è e noi rispettiamo le leggi che ci sono, non quelle che vorremmo ci fossero». Così ha risposto ai giornalisti il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, a margine di un convegno dell'associazione dei pensionati della Camera, a Montecitorio.

«Non esiste e non può esistere nessuno scontro tra Cdl e capo dello Stato. Il presidente Ciampi ha l'affetto e la considerazione di tutti gli italiani e anche della stragrande maggioranza degli elettori moderati». Così il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini ha risposto smorzando i toni accesi che sembra ci siano tra Berlusconi e il presidente Ciampi. «Ciampi - aggiunge Casini - si è limitato a un richiamo a tutte le parti politiche di rispettare non solo la par condicio, ma anche lo spirito delle regole che disciplinano il servizio pubblico e a cui più volte l'Authority ha richiamato anche gli operatori privati».

Allo spirito delle regole che disciplinano il servizio pubblico, prosegue il presidente della Camera, «ci atterremo e riteniamo che il capo dello Stato vada considerato con rispetto».
Casini fa riferimento ai giornali che parlano di «assalto» del centrodestra al capo dello Stato: «Non esiste una rappresentazione e un sentimento di questo tipo - sottolinea - l'unico sentimento che si prova per il capo dello Stato è rispetto e considerazione. Anche perchè noi non abbiamo l'abitudine che molti hanno di applaudire o fischiare a seconda delle convenienze. Si tratta di rispettare le convinzioni di tutti, in particolare del primo cittadino».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi