Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 16:05

GDM.TV

Maltempo record a Genova: fermati centinaia di tir

Maltempo a Genova GENOVA - Era da trent'anni che a Genova non nevicava così tanto e così a lungo. Ma la città, difficile con i suoi saliscendi, ha retto all'emergenza, tutto sommato: le scuole chiuse, il traffico scarso e circa 500 autobus dell'Amt dotati di catene hanno assicurato la mobilità ad eccezione delle zone collinari più periferiche.
In crisi, invece, i Tir, bloccati a centinaia dai prefetti per tenere aperte le autostrade liguri. Solo in serata, dopo un giorno e una notte passati ai varchi portuali, gli autisti sono riusciti a rimettere in moto i loro «bisonti» e a sfilare gradualmente verso le rispettive destinazioni.
L'aeroporto "Cristoforo Colombo", la cui pista è letteralmente al livello del mare, è rimasto chiuso per tutta la mattinata.
Per oltre trenta ore sulla provincia di Genova si è abbattuta una vera e propria tormenta di neve con venti rabbiosi a oltre 60-70 chilometri orari. In città la coltre bianca ha raggiunto i venti-trenti centimetri, bella e farinosa come in alta montagna anche sul lungomare di Corso Italia e nella famosa insenatura di Boccadasse. In alcuni punti, accumulata dal vento, ha raggiunto anche il mezzo metro. Cantonieri dell'amministrazione provinciale hanno narrato di cumuli alti fino a quattro metri sul passo appenninico del Faiallo.
«L'invito a non usare i mezzi privati è stato rispettato, i genovesi si sono attenuti a quanto consigliato. Compatibilmente con l'evento eccezionale, il quadro generale della situazione in città è buono» è stato il giudizio dell'assessore alla Protezione civile Arcangelo Merella, a capo dell'unità di crisi del Comune di Genova al decimo piano del grattacielo del «matitone», di fronte al porto.
Secondo i dati forniti da Amiu, sono stati 350 gli operatori impegnati nella pulizia dalla neve delle aree pedonali pubbliche più frequentate, coadiuvati anche dai cassintegrati delle acciaierie di Cornigliano impiegati nei servizi per il Comune.
Sono state circa 1.600 le tonnellate di sale sparse sulla viabilità cittadina con l'impiego complessivo di 22 spargisale, 23 mezzi per lo sgombero della neve e quattro autobotti con acqua di mare.
Anche le autostrade liguri hanno retto l'impatto, grazie al sacrificio degli autotrasportatori. Il prefetto di Genova, Giuseppe Romano, ha infatti vietato per oltre 24 ore l'ingresso in autostrada dei Tir, bloccandoli in porto. Gli spazzaneve hanno potuto così tenere abbastanza sgombre le carreggiate per le auto e i furgoni che in alcuni tratti hanno dovuto montare le catene.
Centinaia di Tir sono rimasti così bloccati nel porto di Genova, lungo il tratto della A12 gestita dalla società Salt tra Sestri Levante e Santo Stefano Magra (La Spezia) e al valico italo-francese di Ventimiglia. Qui circa 700 Tir sono stati fermati dal divieto della prefettura di Nizza a entrare in territorio francese. In tutti i casi la situazione si è sbloccata molto gradualmente solo nella serata di oggi.
Vibrate le proteste dei camionisti, che hanno trascorso la notte all'addiaccio, spesso in luoghi privi di posti di ristoro. Il responsabile della Cna Fita ligure, Gino Angelo Lattanzi, ha denunciato come la nevicata abbia creato particolari disagi ai Tir e agli automobilisti sulla A12 nel tratto Sestri Levante-Sarzana «forse anche a causa della non preventiva azione di spargimento sale e alla non sufficiente dotazione di veicoli spazzaneve da parte della società concessionaria della rete autostradale, la Salt».
Domani, sabato, ancora scuole chiuse in provincia di Genova, mentre le previsioni indicano un lentissimo miglioramento con l'innalzamento della temperatura e della quota neve.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights