Sabato 28 Novembre 2020 | 03:55

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'aggressione
Mafia a Bari, picchiato il padre di un «pentito» del clan Palermiti

Mafia a Bari, spedizione punitiva contro il padre di un «pentito» del clan Palermiti

 
FoggiaIl caso
Mafia, salgono a 36 le misure interdittive a imprese nel Foggiano

Mafia, salgono a 36 le misure interdittive a imprese nel Foggiano

 
MateraIl caso
Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

 
Leccea Lecce
Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

 
PotenzaIl virus
Coronavirus in Basilicata, Bardi: «Misure prorogate fino al 3 dicembre»

Coronavirus in Basilicata, Bardi: «Misure prorogate fino al 3 dicembre»

 
TarantoIl video
Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

 
Brindisile indagini
Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

 
Batnella Bat
Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

 

i più letti

I trulli della Valle d'Itria come quelli di Harran nell'interesse dell'Osce

VIENNA - Una delegazione di parlamentari italiani dell'Osce (l'Organizzazione per la sciurezza e la cooperazione in Europa), tra i quali il senatore pugliese Giuseppe Caforio dell'Idv, ha incontrato oggi a Vienna il sindaco della piccola citta turca di Harran al confine con la Siria per stabilire una serie di iniziative sulle origini dei trulli, le antiche costruzioni a forma di cono rovesciato che popolano la Valle d'Itria ma anche la antichissima città turca di Harran. La antica Caran che la storia vuole che proprio da li partì, duemila anni prima della nascita di Cristo, il patriarca Abramo per raggiungere con il suo popolo la terra di Canaan
I trulli della Valle d'Itria come quelli di Harran nell'interesse dell'Osce
VIENNA - Una delegazione di parlamentari italiani dell'Osce (l'Organizzazione per la sciurezza e la cooperazione in Europa), tra i quali il senatore pugliese Giuseppe Caforio dell'Idv ha incontrato  oggi a Vienna il sindaco della piccola citta turca di Harran al confine con la Siria per stabilire una serie di iniziative sulle origini dei trulli, le antiche costruzioni a forma di cono rovesciato che popolano la Valle d'Itria ma anche la antichissima città turca di Harran. La antica Caran che la storia vuole che proprio da li partì, duemila anni prima della nascita di Cristo, il patriarca Abramo per raggiungere con il suo popolo la terra di Canaan.

L'attuale Harran fu ricostruita circa mille anni fa, in corrispondenza della conquista bizantina della Puglia quando, cioè, alcune comunità ebraiche ed orientali si stabilirono fra Bari e Taranto. È probabile che proprio in quella occasione l'architettura a trullo sia stata trapiantata in Puglia; il trullo, quindi, secondo questa storia, potrebbe addirittura vantare una origine biblica. 

«Aprire un dibattito su questo affascinante argomento - spiega alla Gazzetta.it il senatore Caforio rappresenta una interessante occasione non solo culturale. Per questo il presidente della delegazione italiana, onorevole Riccardo Migliori (Pdl) ed io abbiamo intenzione di avviare una serie di contatti con le autorità locali pugliesi a cominciare dal sindaco di Alberobello, ma anche di Cisternino, Locortondo e Martina Franca». 

«In queste ore - aggiunge Caforio - abbiamo incontrato qui a Vienna il sindaco della città turca il quale sarebbe molto interessato ad avviare una serie di contatti con le autorità pugliesi al fine di organizzare dei seminari di studio su questo tema che riguarda non solo l'aspetto architettonico dei manufatti in pietra, ma che aprirebbe naturalmente una nuova pagina nella datatazione storica di queste costruzioni»

«Tale circostanza - come scrivono molti esperti - sconvolgerebbe quindi l´ipotesi dell´origine dei trulli nel 1500 A.C. I trulli della Puglia in modo particolare, per la loro continuitá d´uso e per una serie di ragioni economiche, sociali e culturali, si sono sviluppati assumendo delle proprie caratteristiche architettoniche molto piú evolute rispetto alle altre tipologie a trullo presenti nel resto del mondo, divenendo un patrimonio artistico unico nel suo genere». 

A sottolineare l´importanza e la bellezza di questi trulli, nel 1996 l´Unesco ha dichiarato i trulli di Alberobello (Ba) patrimonio dell´umanitá , inserendo questa piccola cittá nel World Heritage List. 

«Nelle prossime ore - ha annunciato il senatore Caforio - avvieremo i contatti con i sindaci pugliesi per stabilire una serie di incontri al fine di creare una rete culturale su questo tema».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400