Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 17:03

GDM.TV

i più visti della sezione

Maroni su Alitalia: che non si pensi al governo per il salvataggio

ROMA - «Per quanto mi riguarda, come ministro del Welfare, ho fatto di tutto e di più per Alitalia: estendendo la cassa integrazione, creando il fondo speciale. Ma la questione, ora, è più grave degli ammortizzatori sociali quindi, se questo incontro si deve fare si farà a Palazzo Chigi, ci sarà il Presidente del consiglio o Gianni Letta. Io naturalmente sono a disposizione ma ricordo che tutti gli interventi sul piano del sostegno a reddito sono già stati messi in campo» ha quindi sostenuto il Ministro in un colloquio telefonico.
Maroni ha quindi precisato come governo non ha intenzione di giudicare la strategia di Cimoli per il rilancio della compagnia: «io non entro nel merito del piano industriale perchè il governo è azionista e l'azionista si limita, nelle assemblee, a decidere chi dirige la società senza entrare nelle scelte del management. Questa doppia natura dell'esecutivo che è governo ed azionista permette ai sindacati di giocare su un'ambiguità. Bisogna invece tenere distinte le due cose perchè Alitalia ha un titolo quotato in Borsa e dobbiamo anche salvaguardare il patrimonio degli azionisti privati. Non è - continua il responsabile del Welfare - che possiamo fare il gioco delle parti. In questo momento il governo è 'governò e non azionista e si deve porre di fronte alla crisi della società nello stesso modo in cui si pone di fronte a crisi importanti: gestendole ma lasciando la responsabilità all'azienda. Così come io sto facendo con Fiat».

Quanto all'incontro tra le parti, quindi, «si può fare ma non vedo, francamente, molti margini di intervento del governo, viste anche le restrizioni poste dall'Unione Europea e visto quanto è stato fatto fino ad ora. Se però ci sono delle proposte compatibili con l'Ue e la concorrenza - prosegue Maroni - possiamo anche valutarle: per il resto mi pare una situazione molto difficile che, per altro, conferma la mia preoccupazione sull'offerta fatta per l'acquisto di Volare visto che, se Alitalia non riesce a gestire i propri dipendenti, figuriamoci se riesce a garantire l'assunzione di 700 dipendenti di Volare». In prospettiva Maroni dice di non poter «escludere alcuna soluzione: l'unica cosa da escludere è un intervento del governo, a babbo morto, che butti dentro altri soldi in Alitalia per tirare avanti. Ciò - ha ripetuto - non è possibile sia perchè sarebbe sbagliato, sia perchè non è consentito dalla normativa europea. Se Alitalia avrà la forza di tirarsi sù e di rilanciarsi bene. Ma non si pensi che possa essere risolta questa questione con l'ennesimo taglio di teste e cambio del management: servirebbe solo ad allungarne l'agonia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo