Martedì 26 Gennaio 2021 | 16:59

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
PotenzaL'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
FoggiaControlli dei CC
Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto. Altre persone sotto le macerie: 4 feriti gravi

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Petrolio, prima fonte di energia per l'Italia, segue il gas (34%)

ROMA - E' il petrolio la prima fonte di energia utilizzata in Italia. Il greggio, quasi totalmente importato, copre infatti quasi la metà del fabbisogno energetico nazionale (il 44,7%). Ma sul gas l'Italia fa affidamento per ben un terzo dei consumi, circa il 34%.
L'Italia è dipendente dall'estero per la quasi totalità delle fonti energetiche e secondo i dati del Bilancio energetico nazionale 2004 del ministero delle Attività produttive i consumi interni sono ammontati nel 2004 a 196,8 milioni di tep (tonnellate equivalenti di petrolio). Di queste, ben 191,9 milioni sono state importate ed oltre la metà, cioè 107,8 milioni erano di petrolio. Lo stesso anno le importazioni di gas si sono invece attestate a circa 56 milioni di tep (su un consumo totale di 66,5 milioni), seguite dall'import di combustibili solidi (soprattutto carbone e legna) pari a 16,9 milioni. L'Italia è peraltro totalmente dipendente dall'estero anche per l'approvvigionamento di energia elettrica: nel 2004 ne sono state importate 10,2 milioni di tep, una quantità praticamente pari ai consumi nazionali (10,04 milioni).
Dai dati sull'import si deduce chiaramente che come produttore l'Italia è un paese molto modesto. Le quantità di energia prodotta nel 2004 ha superato appena i 31 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio, pari appena al 15,8% dei consumi. Ad essere estratto è soprattutto il gas (10,7 milioni di tep nel 2004), seguito dal petrolio (5,4 milioni). Il resto della produzione nazionale, circa la metà del totale, è rappresentato invece dalle fonti rinnovabili che nel 2004 hanno prodotto 14,3 milioni di tep. L'unica fonte in cui produzione e importazioni sommate superano abbondantemente i consumi è invece proprio quella petrolifera. L'Italia, oltre ad essere un paese importatore e in minima parte produttore, è infatti anche un paese trasformatore, in grado cioè di esportare petrolio e prodotti petroliferi raffinati (gasolio, benzine, nafta, oli combustibili ed altri prodotti). Nel 2004 l'export di greggio è così ammontato a 25 milioni di tep.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400