Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 14:34

GDM.TV

i più visti della sezione

Formazione professionale - L'attacco di Fitto (Forza Italia)

Raffaele Fitto (Forza Italia) BARI - «Per la prima volta da molti anni la Puglia manca gli obiettivi di spesa dei fondi comunitari e lo fa in un settore delicatissimo quale quello della formazione professionale. Qualcosa come cinquanta milioni di euro andranno perduti». Lo afferma in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia e consigliere regionale del gruppo misto, Raffaele Fitto.
«In conseguenza, la solida reputazione di regione efficiente che la Puglia aveva faticosamente costruito in cinque anni, centrando sempre tutti gli obiettivi di spesa e conseguendo tutte le premialità nazionali e comunitarie, - sostiene l'ex presidente della giunta pugliese - ne risulta fortemente incrinata. Sono questi i fatti incontrovertibili dei quali il nuovo governo porta per intero la responsabilità e rispetto ai quali deve fornire ai pugliesi informazioni dettagliate».
Secondo Fitto, «le argomentazioni portate dall'assessore competente suonano davvero come scusanti tanto patetiche quanto infondate». «Chiamare in causa l'azione della magistratura attribuendole la responsabilità del ritardo nella spesa - si legge nel comunicato - è inaccettabile». «Nei cinque anni del nostro governo le attenzioni della magistratura - prosegue la nota - non sono certo mancate e sono state, anzi, all'ordine del giorno. Ciò nonostante abbiamo sempre rispettato gli impegni superando al dicembre del 2004 i target di spesa per il Fondo Sociale Europeo di oltre 10 milioni di euro». «Gli importi finanziari tuttora interessati dalle indagini della magistratura sono, inoltre, irrisori - afferma Fitto - rispetto alla mole delle risorse perdute. In otto mesi il nuovo governo ha avuto tutto il tempo per dare attuazione ai bandi ed alla selezione dei progetti. Se ciò non è accaduto le responsabilità vanno attribuite all'assessore Barbieri».
«I pugliesi - sostiene il coordinatore regionale di FI - sono stanchi di questo rimbalzo di responsabilità». Fitto conclude annunciando che l'opposizione chiederà al governo regionale, con apposita mozione, di riferire in Consiglio «rispetto a tutta la rendicontazione a fine 2005 dei fondi comunitari per chiarire fino in fondo le responsabilità di questo grave danno arrecato alla Puglia ed ai pugliesi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo