Giovedì 13 Dicembre 2018 | 21:41

GDM.TV

Botti: un morto a Reggio Calabria

SEMINARA (REGGIO CALABRIA) - E' morto davanti ai genitori, che aveva invitato ad affacciarsi sull'uscio di casa per assistere al «botto più forte di Capodanno», Carmelo Bonina, il giovane di 22 anni investito in pieno la scorsa notte dallo scoppio di un ordigno confezionato artigianalmente col quale voleva festeggiare l'arrivo del 2006.
La tragedia è accaduta a Seminara, un centro della Piana di Gioia Tauro, in passato teatro di una faida di 'ndrangheta. Bonina e la sua famiglia, però, con la criminalità organizzata non c'entravano proprio nulla. Il giovane era incensurato e lavorava da tempo come fabbro. Una vita tranquilla, con al centro il lavoro e gli amici, e tanti progetti per il futuro. Un futuro che è, però, svanito in un attimo a causa di una bravata che nelle intenzioni del giovane doveva essere soltanto un modo un po' particolare per festeggiare il Capodanno.

I carabinieri della Compagnia di Palmi stanno indagando per accertare se fosse stato lo stesso Bonina a costruire il grosso ordigno, confezionato con alcuni chili di polvere pirica collegati ad una miccia, o se il giovane se lo fosse procurato sul mercato clandestino dei botti di fine anno. Ieri sera il giovane, pochi secondi dopo la mezzanotte, dopo avere cenato, ha preso l'ordigno e lo ha portato in giardino, chiedendo ai genitori ed agli altri parenti di affacciarsi per assistere al botto con cui festeggiare l'arrivo del nuovo anno.
La dinamica della morte di Bonina è ancora al vaglio degli investigatori, che stanno sentendo i parenti del giovane. Secondo quanto è emerso al momento, comunque, lo scoppio è avvenuto quando Bonina aveva ancora in mano l'ordigno. Il giovane potrebbe avere acceso la miccia, con l'intenzione di posizionare l'ordigno in un un punto del giardino per farlo esplodere. L'errore che è stato fatale per Bonina potrebbe essere stato quello di calcolare male i tempi dell'esplosione, che è avvenuta a pochi centimetri dal volto del giovane. Gli effetti dello scoppio sono stati devastanti. Il giovane, investito in pieno dallo scoppio, è rimasto sfigurato, con gravi danni anche cerebrali. Qualsiasi tentativo di soccorso da parte del padre e degli altri parenti si è rivelato inutile. La morte, infatti, è stata istantanea.

I carabinieri, avvertiti dai parenti di Bonina e da alcuni vicini di casa, hanno sequestrato i residui dell'ordigno ed effettuato tutti i rilievi necessari per ricostruire la dinamica della morte del giovane. Il cadavere di Bonina, secondo quanto è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Palmi, è stato portato in ospedale per essere sottoposto ad autopsia.
I genitori del giovane sono sotto choc, chiusi in casa ed incapaci di qualsiasi reazione. La tragedia ha suscitato profondo sgomento a Seminara, dove il Capodanno 2006 si è trasformato in tragedia e dolore per tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO