Lunedì 10 Dicembre 2018 | 07:01

GDM.TV

i più visti della sezione

Due famiglie friulane distrutte: una delle donne in viaggio di nozze

TRIESTE - Distrutte due famiglie friulane nel grave incidente stradale che è avvenuto ieri a Madeira, in Portogallo. Tra le 5 vittime del pullman finito fuoristrada, con a bordo 50 turisti italiani, arrivati nel paese sulla nave Costa Classica di Costa Crociere, anche due donne di Gorizia e Udine.
Si tratta di Roberta Pasqualini, 40 anni, di Manzano ma residente a Cormons (Go) e Nives Cimolino di 66 anni di Vidulis di Dignano (Ud). A quanto si apprende, le due donne erano partite qualche giorno fa con i rispettivi mariti ed altri amici: la signora Pasqualini aveva scelto la crociera per il suo viaggio di nozze, mentre l'altra donna era insieme ad un gruppo di friulani.

Secondo quanto riferisce oggi il quotidiano del Friuli «Il Messaggero Vento», Roberta Pasqualini, che si era sposata il 10 dicembre con Giuseppe Specogna, operaio comunale, era conosciuta per la sua attività di assistenza e volontariato in cui era impegnata da molti anni lavorando in cooperative e in diverse strutture sia con persone affette da disturbi psichiatrici che con gli anziani.
Nel Cividalese era molto apprezzata per il suo impegno ventennale con i club alcolisti in trattamento dove seguiva una dozzina di famiglie in trattamento. A quanto pare la coppia inizialmente intendeva andare in viaggio di nozze a Vienna, ma poi avevano optato per la crociera.

«Era una donna piena di energia e di allegria - ha raccontato al quotidiano locale, il presidente dell'Acat (Ass.Club Alcolisti Trattamento) della zona Ermanno Leone - Roberta era sempre pronta ad impegnarsi, sempre piena di voglia di fare. Una persona irruenta, vitale, diretta, quando aveva qualcosa da dire lo faceva senza tanti giri di parole. Roberta aveva cercato di rilanciare il torneo calcistico fra le Acat - ricorda Leone - ripeteva che bisognava sensibilizzare i giovani, entrare nelle scuole, fare prevenzione, aprire i club.» Anche Nives Cimolino era in viaggio con il marito, Rino Braida, e insieme ad altre coppie di friulani. Anche lei con il marito si dedicava all'associazionismo e al volontariato, gestendo in particolare la bocciofila di Vidulis ed era molto conosciuta nella zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour