Lunedì 25 Gennaio 2021 | 18:46

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
TarantoGenerosità
Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

 
LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Tamponamento treni - Le testimonianze

ROMA - Un boato, lo schianto, le lamiere che si accartocciano, i vagoni che si sovrappongono e poi la paura, il sangue, le urla. Le decine di pendolari, che come ogni giorno sonnecchiavano o leggevano sui due treni regionali, uno che da Roma Termini era diretto a Cassino e un secondo a Campobasso, sono stati scaraventati di colpo nel tunnel del terrore alla stazione di Roccasecca, nel frusinate.
Pochi secondi dopo lo schianto i passeggeri hanno urlato, chiamato aiuto e si sono aiutati a vicenda nel breve tempo trascorso fino all'arrivo dei soccorsi, arrivati a Roccasecca massicci con ambulanze ed eliambulanze del 118, vigili del fuoco con mezzi di terra ed elicotteri e volontari della Protezione civile.
La situazione è apparsa subito in tutta la sua gravità anche se fortunatamente il bilancio è di feriti, alcuni gravi e tra questi alcuni sono bambini e giovanissimi, ma non di morti. Certo tra i tanti ricoverati negli ospedali di Roma, c'è anche una tredicenne le cui condizioni sono apparse subito molto gravi.
All'interno dei vagoni dei due treni, sparsi dappertutto, pacchi, valigie, borse aperte e tanto, tanto sangue. Valentina, 20 anni, di Cassino, tornava da Roma con la madre quando c'è stato l'impatto tra i due treni. «Sono scesa dal treno urlando, pensavo fosse un sogno poi mi sono girata e ho visto la tragedia davanti ai miei occhi: la gente insanguinata urlava e chiedeva aiuto, mi sono sentita impotente», spiega. «Per qualche istante non ho visto mia madre mi sono sentita morire», conclude Valentina. E un'altra studentessa dice: «ho visto una bimba, avrà avuto tre anni, volare dal finestrino. E' stato terribile».
Passano le ore, l'incidente è avvenuto attorno alle 15.30, e i racconti si accavallano. «Stavo leggendo il giornale quando ho sentito una lunga frenata e il vagone che ondeggiava» racconta in stato di choc, Rocco, un giovane che lavora a Roma e ogni giorno sale sul treno Roma-Campobasso. Il giovane si trovava sulla seconda carrozza che era affollatissima con molte persone in piedi. «Siamo caduti tutti sul pavimento mentre ci piovevano addosso valigie e altri oggetti», ha aggiunto. Rocco è ricoverato al reparto di chirurgia all' ospedale di Cassino. Una insegnante che è in una stanza accanto ha detto: «Sono salva per miracolo, perché mi stavo alzando ma ho fatto appena in tempo a risedermi». Ancora, un'altra testimonianza. Mario, di 29 anni, dipendente del Ministero del Tesoro è uno dei tanti pendolari che stava sul treno tamponato. Fra un mese diventerà papà e ora parla a stento e si asciuga le lacrime sul viso ancora sporco di sangue. «Ho chiesto due ore di permesso per tornare prima e accompagnare mia moglie per l'ultima ecografia -spiega- quel boato lo ricorderò sempre, ho creduto di morire. Ho pensato che non avrei mai visto mio figlio. Poi sono svenuto - continua. Ho rifiutato il trasporto in ospedale per paura che mia moglie, sapendolo, si sentisse male. Ricordo che accanto nel vagone dopo lo schianto c'era un ragazzo insanguinato, l'ho scosso ma non rispondeva. Poi sono uscito: per fortuna avevo ancora il cellulare e ho chiamato mia moglie rassicurandola».
Tra i feriti anche una famiglia inglese. Si tratta di moglie, marito e tre figli, rispettivamente di 17, 12 e otto anni. I due coniugi sono in gravi condizioni ricoverati all'ospedale di Cassino. La direzione sanitaria ha avvisato già l'ambasciata britannica. La famiglia viaggiava sul treno Roma-Campobasso. Mentre la luce del giorno se ne va in molti rimangono attoniti a guardare le carcasse dei due treni, senza riuscire a staccare lo sguardo. Poteva essere una strage. Chi è scampato alla morte non dimenticherà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400