Giovedì 13 Dicembre 2018 | 04:34

GDM.TV

Esercito - Gli arruolamenti in Puglia

Pinerolo - Donne soldato La Puglia si conferma una regione felice per il permanere di una forte aspirazione dei giovani a vestire l'uniforme. I dati relativi al 1°concorso VFP1 2004/2005 sono positivi:

- posti a concorso a livello nazionale: 23.500;
- domande pervenute a livello nazionale: oltre 78.000;
- domande pervenute dalla Puglia: oltre 12.000;
- domande presentate da donne pugliesi: oltre 1.200

Ampiamente positivi sono i dati relativi al 2° concorso VFP1 2005/2006 anche se limitati al 1° blocco:

- posti a concorso a livello nazionale: 21.000;
- posti a concorso a livello nazionale per il 1° blocco: 3.500;
- domande pervenute dalla Puglia: 1.693;
- domande presentate da donne pugliesi: 268.

Tale risultato è il frutto del ruolo che l'Esercito ha attribuito alla comunicazione, nella convinzione che «Le istituzioni di marcata rilevanza sociale, come l'Esercito Italiano, hanno il preciso dovere di aprirsi al mondo esterno, informando e comunicando, al fine di tener in vita un dibattito ideale per venire incontro alle aspettative ed ai bisogni della gente», ha detto il generale di Divisione Francesco Paolo Spagnuolo, comandante del Reclutamento e forze di completamento "Puglia".
Il rapporto costante con la società è un obiettivo strategico che si è posto l'Esercito Italiano per promuovere sia l'immagine della istituzione, sia una sensibilità nuova sui problemi della pace e della sicurezza, tale da suscitare un maggior interesse anche dei giovani alla Forza Armata.
In questa prospettiva l'Esercito Italiano ha organizzato o ha partecipato nel corso del 2005 a più di venti manifestazioni di rilevanza regionale. Dallo sport alla cultura, nessun ambito è stato trascurato, per mostrare la ricchezza di attività della Forza Armata, lo spessore dei valori messi in campo, la professionalità del personale, il rapporto con la storia e la tradizione, l'attenzione per la cultura. L'Esercito Italiano è stato presente al "2° International Orienteering Festival Puglia" che si è svolto in diverse città del Salento, al "Mediterre 2005. Fiera dei Parchi del Mediterraneo" di Brindisi, alla "39ª Sagra del vino" di Carosino in provincia di Taranto, alla "69ª Fiera del Levante" di Bari, alla fiera regionale "Expo 2000 industria artigianato agricoltura sud Salento" di Miggiano, alla "45ª Fiera nazionale di San Ferdinando di Puglia", alla "11ª Città del libro" di Campi Salentina.
La Puglia, nel 2005, ha ospitato alcune manifestazioni di notevole importanza per la salvaguardia del patrimonio storico della Forza armata: il "40° Raduno nazionale dell'Associazione nazionale dell'Arma di Cavalleria' a Lecce, il "3° Raduno interregionale dei Bersaglieri" a Foggia.
Diverse sono state le mostre e le manifestazioni in occasione della "Festa Nazionale dell'Esercito" in occasione del 144° anniversario della sua costituzione.
Particolarmente curato è stato, inoltre, il rapporto dell'Esercito con lo sport e il mondo sportivo; un rapporto che negli anni è cresciuto e che è destinato ad ulteriori sviluppi, anche per l'impulso che è stato dato ai centri sportivi dell'Esercito. Infatti, nel 2003 l'Esercito ha partecipato alla Bari Marathon, nel 2004 al Campionato Torball organizzato dall'Associazione sportivi dell unione italiana ciechi di Bari. Ma nel 2005 la presenza è stata intensificata. Il Salento è stato lo scenario della maggior parte delle manifestazioni: dalla "Partita della pace" ai concorsi ippici del "Cim" (Centro ippico militare) di Lecce; dal Cross del Castello di Squinzano al Trofeo della solidarietà "Pro Thalassemia" di Nardò; dalle finali del campionato italiano primavera Tim Salento alla 7ª edizione della Stracorigliano che ha interessato tutta la Grecìa. Sempre nel capoluogo salentino si è tenuto il campionato internazionale di Pentathlon Militare. A Bari, invece, l'Esercito ha partecipato a "La notte dei campioni", la manifestazione che, all'inizio di dicembre, ha visto sfidarsi i migliori pesisti della zona mediterranea. Appuntamento di richiamo è stata anche la "Corrincittà" di Giovinazzo
Dagli stand promozionali alle conferenze nelle scuole, dall'attività di informazione alla organizzazione diretta di eventi, l'Esercito in Puglia, nel corso del 2005, ha cercato un contatto ampio e capillare con la società, introducendo una dialettica innovativa nei rapporti con il mondo civile. A questo scopo hanno contribuito il Distretto militare di Bari con la sua propaggine del Nucleo informazioni per il pubblico di Foggia e il Distretto militare di Lecce.
Dal 12 dicembre l'Ispettorato per il reclutamento e forze di completamento, da cui il comando RFC "Puglia" dipende, ha cambiato ispettore.
Il nuovo ispettore è il generale di Corpo d'armata Luigi Colaneri, che ha sostituito il generale di Corpo d'armata Fabio Mini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive