Martedì 29 Settembre 2020 | 16:27

Il Biancorosso

Serie c
Il Bari può solo crescere: vincere non è mai facile

Il Bari può solo crescere: vincere non è mai facile

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
BariL'iniziativa
Bici che passione: a Rutigliano nasce la nuova Asd Azetium

Bici che passione: a Rutigliano nasce la nuova Asd Azetium

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
FoggiaIl fatto
Foggia, palpeggia sedere a una ragazza per strada e la schiaffeggia: arrestato

Foggia, palpeggia sedere a una ragazza per strada e la schiaffeggia: arrestato

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BatIl caso
Barletta, picchiato dal branco per passatempo: 25enne in ospedale, «Difendevo i miei amici»

Barletta, picchiato dal branco per passatempo: 25enne in ospedale, «Difendevo i miei amici»

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

i più letti

In migliaia in fila per firmare la lista del M5S

BARI - In migliaia, sotto la pioggia o al freddo di questi giorni pre natalizi, tantissimi per supportare il Movimento 5 stelle di Grillo e permettere alle liste del Movimento di presentarsi alle prossime elezioni. «Io sono in viaggio, impegnato nel 'Massacro tour' nel Sud Italia in camper - ha detto Beppe grillo con la sua solita verve -. Ogni tanto mi svegliano e chiedo dove sono. Scendo e trovo l'affetto della gente e file di persone fiere di firmare. È una lotta senza esclusioni di colpi per la democrazia. Comunque vada, fuori o dentro il Parlamento, sarà un successo. Ps: Attenti ai cani di paglia. Ripeto: attenti ai cani di paglia».

Il fondatore del Movimento 5 stelle ha criticato prima di tutto la questione della raccolta delle firme per presentare le liste: «Ci hanno messo in una situazione che non ho mai visto al mondo, le regole per le elezioni le fanno giorno per giorno. Hanno fatto di tutto per ridurre le firme ma non è vero, perchè il decreto è stato tolto e noi siamo gli unici a raccogliere le firme mentre i movimenti alleati con i partiti che stanno in Parlamento non devono farlo». Ma Grillo ha attaccato soprattutto il percorso istituzionale verso il voto: «Hanno accorciato i tempi, perchè? Perche il Movimento ha fatto un successo strepitoso in Sicilia e se c'erano le regionali ci prendevamo la Lombardia e il Lazio e probabilmente poi andavamo a governare. Hanno questa paura, ecco perchè hanno avvicinato i tempi».

Il «Firma day» lanciato dai grillini in questi giorni in tantissime piazze del Sud Italia è stato determinato anche dal decreto licenziato ieri in Parlamento, che non fa molta chiarezza sul numero di firme necessario per validare una lista che si voglia presentare alla prossima tornata elettorale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400