Martedì 11 Dicembre 2018 | 23:00

GDM.TV

i più visti della sezione

Istat - Il saldo demografico italiano salvato dagli immigrati

maternitàROMA - Per fortuna ci sono gli immigrati: grazie a loro il saldo demografico nel nostro paese diventa positivo e si allontana dal segno negativo che avrebbe altrimenti. A certificare il consolidamento del fenomeno è l' Istat che oggi ha presentato un'indagine, su dati al primo gennaio 2005, sulla presenza degli stranieri in Italia.
Complessivamente, sono 2.740.000 gli immigrati regolarmente presenti in Italia. In un anno sono aumentati del 6%. Nella maggior parte dei casi, questi immigrati sono nel nostro paese da lungo tempo visto che l'88% è iscritto all'anagrafe. Gli stranieri con permesso di soggiorno sono invece 2.320.000. Rispetto all'andamento demografico, l'Istat ha rilevato che in dieci anni (dal 1994 al 2004) i bambini nati da genitori stranieri sono passati da 8mila a 49mila. Questo dato ha permesso di avere un saldo naturale (differenza tra nascite e decessi) positivo di 45.994 unità, in grado di compensare quello negativo dei cittadini italiani pari a meno 30.053. L'Istat sottolinea che l'immigrazione è in una «vivace dinamica favorita dagli interventi legislativi che hanno consentito l'ingresso nella legalità a numerosi irregolari».

A questo proposito, l'indagine evidenzia l'ampiezza, mai come prima, dell'ultima regolarizzazione del 2002 promossa dalla Bossi-Fini. «Può essere definita - precisa l'istituto centrale di statistica - come il maggior intervento in materia finora effettuato in Italia: in poco più di un anno sono stati concessi circa 650mila permessi di soggiorno, numero di poco inferiore a quelli complessivamente rilasciati (680mila) in occasione dei tre precedenti analoghi provvedimenti susseguitisi a partire dal 1990». Nel corso degli anni, si è ridotta la presenza di immigrati provenienti dall'Africa (dal 35,1% del 1992 al 23,8% del 2004) a vantaggio di quelli dall'Europa dell'est (31,8% e 47,7%). Rispetto ai permessi di soggiorno, la comunità più ampia è quella rumena (11%), segue quella albanese (10,8%) e marocchina (10,4%). Il 90% dei permessi è concessa per motivi di lavoro (63,2%) o per ragioni familiari (27,6%). Sempre in merito all'ultima regolarizzazione, l'Istat ricorda che essa ha portato all'emissione di 647 mila permessi. C'è stata in questo caso una vera e propria «esplosione» di irregolari provenienti dall'area orientale europea (59%); oltre il 20% dei permessi è stato richiesto da rumeni, seguiti da ucraini (15,7%) ed, in modo meno incisivo, dai marocchini (7,4%) ed albanesi (7,4%). Nelle famiglie, per colf, sono state sanate 316mila irregolarità mentre nelle aziende 330mila. I regolarizzati non sono giovanissimi ed hanno in media 34 anni, in oltre il 40% dei casi sono sposati. Per quanto riguarda le donne, le più anziane sono le ucraine (41,8 anni), le più giovani le nigeriane (26,7); fra gli uomini, spiccano i 35 anni dei russi e i 26,7 dei cittadini del Bangladesh.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera