Venerdì 22 Gennaio 2021 | 16:39

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIl caso
Calunniò il premier Conte, interrogato per 4 ore a Roma l'ex giudice Bellomo

Calunniò il premier Conte, interrogato per 4 ore a Roma l'ex giudice Bellomo

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
TarantoLa decisione
Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

 
HomeI dati
Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Le violenze avviene più spesso in ambiente familiare

ROMA - Più di mezzo milione di donne, in tre anni in Italia, ha subito uno stupro o un tentativo di stupro e ben dieci milioni, almeno una molestia sessuale. E' quanto è emerso in una indagine dell'Istat pubblicata lo scorso anno che ha riguardato un campione di 22 mila donne che tra tra il 1999 e il 2001, hanno subito violenza.
Dall'indagine emerge che per una donna le violenze fisiche e psichiche arrivano quasi sempre da un intimo familiare o persona conosciuta, di cui la vittima si fida. L'estensione del fenomeno più alta al Nord, 3,4 percento, e specialmente nelle grandi aree metropolitane, (3,6 percento) è dimostrata da un altro dato: sono 118 mila (pari lo 0,7 percento del totale) le donne di età 14-59 anni che hanno subito almeno una violenza.
Oltre il 43,8 percento delle donne che ha subito uno stupro o un tentativo di stupro, lo ha subito - evidenzia l'indagine Istat - in luoghi familiari e, negli ultimi tre anni, il 25,8 percento delle violenze subite si è verificato a casa della vittima o di amici e parenti, l'11,8 procento in automobile, il 9,9 percento a lavoro o negli spazi attinenti. Il 28,8 percento, invece, è avvenuto in strada, il 4,3 percento in un parco pubblico, o in un giardino o al mare e il 5,9 percento in un locale pubblico. Il 24,2 percento delle donne abusate nel corso della vita e il 29,4 percento di quelle che lo sono state negli ultimi tre anni ha subito più volte violenze dalla stessa persona. Questa percentuale è molto diversa se si considerano le violenze consumate rispetto a quelle tentate (rispettivamente il 42,9 percento e il 19,7 percento nel corso della vita; il 61,7 percento e il 24 percento negli ultimi tre anni).
«Il che porta a dire che - rifletteva l'indagine - quando la gravità della violenza sessuale è maggiore, la vittima la subisce con maggiore frequenza».

Il 45,1 percento delle donne ha subito violenze, tentate o consumate, almeno settimanalmente (il 12,4 percento tutti i giorni, il 20,1 percento più volte la settimana e il 12,6 percento una volta la settimana) e il 17,5 percento qualche volta al mese.
«Malgrado ci siano donne che hanno subito violenze ripetute molto raramente (il 14,5 percento meno di una volta l'anno), oltre la metà (62,6 percento) di coloro che hanno subito violenze ripetute - dice l'indagine - sono state oggetto di soprusi almeno una volta al mese».
C'è poi il sommerso delle violenze sessuali: soltanto il 7,4 percento delle donne che ha subito una violenza tentata o consumata ha denunciato il fatto (9,3 percento negli ultimi tre anni). Una quota di sommerso altissima.
Chi non ha mai denunciato lo stupro subito o tentato (circa il 90 percento) l'ha fatto o per paura di essere giudicata male o di non essere creduta oppure per un senso di vergogna o colpa. «Anche la paura dell'abusatore e la sfiducia nelle capacità delle forze dell'ordine sono due elementi determinanti - sottolinea l'indagine - nella scelta di non denunciare l'episodio: il 14,3 percento inoltre non ha denunciato la violenza perchè ha agito per conto suo o con l'aiuto dei suoi familiari mentre il 16,8 percento ha dichiarato che il fatto non è stato abbastanza grave».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400