Venerdì 14 Dicembre 2018 | 22:09

GDM.TV

Il mattone, un valore che resta, meglio se piccolo

ROMA - Il mattone resta un valore che si rivaluta: +56,3% in 8 anni con un patrimonio globale di 4.800 miliardi di euro. Nella capitale la rivalutazione è stata del 68,1% con un patrimonio di 632 mld. Ma Roma viene fortemente penalizzata dal caro-casa. Se è vero, difatti, che il 76% delle famiglie romane abita in una casa di proprietà è pur vero che il 69% risiede in case di due vani, troppo piccole. Lo conferma un'indagine presentata dalla Bir, la Borsa Immobiliare di Roma nell'ambito del «Rimi 2005-la rassegna del mercato immobiliare e delle ristrurazioni» in corso alla Fiera di Roma, dal titolo «Il mercato immobiliare in Italia e a Roma».

Il 17,5% del campione oggetto di ricerca (2500 famiglie) ha acquistato casa tra il 2000 e oggi (nel 2004 il valore si attestava al 10,5% e nel 2003 era al 7,0%). Quasi la totalità degli intervistati, risiede in un condominio mentre la restante parte abita per la maggior parte in villetta o casa mono-bifamiliare. Il disagio da sovrautilizzo degli spazi abitativi investe 115mila famiglie del comune di Roma di cui 74mila sono proprietarie e 41mila in affitto.
La fascia di famiglie che ha un uso standard dell'abitazione è pari al 64% mentre il 25% abita in alloggi sovradimensionati rispetto alle necessità vere e proprie. Il disagio si concentra soprattutto nelle case con due vani in cui vive il 69% delle famiglie e questo aspetto interessa soprattutto i proprietari di abitazioni che pur di acquistare casa, si sono adattati a dimensioni ridotte.

Il 91% delle famiglie proprietarie non ha intezione di cambiare casa almeno nei prossimi tre anni. L'acquisto della seconda casa, è un sogno che riguarda una percentuale sempre più ristretta di persone: la quota in due anni, è passata dal 2,8% allo 0,5%. Si rileva inoltre un calo della quota di coloro che intendono ristrutturare l'immobile passata dal 6,5% nel 2004 al 2,6% di oggi. Circa il 43% delle famiglie ha acquitato la casa in cui vive grazie al mutuo e si osserva una maggiore presenza di finanziamenti a breve e media durata: il 60% non supera i 15 anni. Tra le famiglie in affitto, si rileva una forte insoddisfazione dovuta al mancato incontro fra domanda e offerta a causa delle minori disponibilità economiche delle famiglie.

Il 44% dei residenti in immobili in affitto è insoddisfatto, il 36% dichiara di non avere sufficienti disponibilità economiche per acquistare e l'8,1% non trova una valida alternativa sul mercato. In generale, il valore complessivo degl immobili italiani, secondo l'indagine promossa dalla Bir, è stimabile in quasi 4.800 miliardi di euro pari al circa 3,3 volte il debito pubblico nazionale. Il numero delle unità immobiliari edificate risulta pari a 49,6 milioni con una netta prevalenza di unità abitative.
L'incremento degli immobili italiani, in otto anni, risulta pari al 56,3% mentre quello della provincia di Roma, con un incremento del 68,1% è stimato in 632 miliardi di euro pari al 13,3% del totale nazionale. La massa di denaro che questo patrimonio mette in movimento viene stimata in 155,8 milioni di euro a livello nazionale e in 19,8 miliardi per la provincia di Roma: tra il 3% e il 3,5% del patrimonio immobiliare, ogni anno da circa sette anni, è stata scambiato sul mercato.

«Dopo un periodo di grande crescita della compravendita, dei prezzi e dei valori - ha spiegato il Presidente della Borsa Immobiliare di Roma, Lorenzo Tagliavanti - ci troviamo in una fase di riflessione del mercato, a macchia di leopardo». «Resistono in termini di prezzi - ha detto ancota Tagliavanti- gli immobili di pregio ma hanno segni di stasi e recessione quelli di non grande qualità. Siamo in una fase di passaggio: quella in cui tutto cresceva e gli immobili si vendevano è finita. Il tipo di domanda ora sta cambiando».
Secondo Tagliavanti, «Roma regge meglio del quadro nazionale grazie alle sue innumerevoli aree di pregio e grazie agli investimenti infrastrutturali come le metropolitane, le riqualificaizoni periferiche che aiutano la tenuta del valore degli immobili,anche se si registra l'uscita dal mercato dei soggetti deboli come gli immigrati e le famiglie che statisticamente vengono definite in povertà che non riescono ad acquistare una casa e nemmeno a sostenere un affitto». Chi ha una casa di proprietà, ha spiegato il Presidente della Bir, o «ha alle spalle una famiglia, riesce ad acquistare. Una parte rilevante di romani in questi ultimi anni, ha acquistato una casa. Il problema è per le famiglie monoreddito, per quelle con molti figli: qui ci vogliono politiche sociali adeguate e più attenzione da parte delle pubbliche amministrazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori