Lunedì 10 Dicembre 2018 | 04:58

GDM.TV

i più visti della sezione

Capello: noi in difficoltà solo all'inizio. Spalletti: hanno giocato meglio

ROMA - Le squadre che affrontano la Juventus hanno la tendenza ad «andare sopra le righe», a dare il meglio di sè nelle prime fasi della partita. Secondo Fabio Capello è quello che è successo anche alla Roma, «che nei primi 25 minuti ci ha creato qualche problema perchè sono partiti molto forte». Sulla panchina opposta il secco 4-1 finale semplifica molto la lettura dell' incontro: «La Juve ha vinto meritatamente - ammette Luciano Spalletti - perchè ha giocato meglio di noi».
«All'inizio abbiamo sbagliato a non far girare di più la palla - spiega Capello - e così loro potevano aspettarci per ripartire in contropiede. Poi il gol segnato all' ultimo minuto del primo tempo ha tagliato le gambe alla Roma perchè hanno dovuto cambiare atteggiamento, venendoci ad attaccare, e per noi è diventato tutto più facile». Capello ha visto complessivamente «una grande partita di tutta la Juventus: volevano prenderci a pallate, ma non è facile se hai contro gente come Emerson e Vieira». Il risultato finale gli consente anche di riconoscere senza problemi «che l' errore fischiato dall'arbitro Paparesta contro la sua squadra è giusto, così come anche l'espulsione di Thuram. Montella inciampa perchè il mio difensore gli tocca la gamba d' appoggio». Il tecnico bianconero ha apprezzato molto anche i due gol di Trezeguet: «Lui sa essere micidiale, è sempre al posto giusto nel momento giusto». Quanto alla rete di Ibrahimovic, Capello la definisce con un aggettivo: «Velenosa». Al tecnico juventino è piaciuto anche Chiellini: «Con i giovani ci vuole pazienza, ma lui ha grandi personalità e qualità. Lo abbiamo tenuto a balia e ora è un giocatore da Juventus».
Spalletti, nonostante la pesante sconfitta, riconosce che «la prima parte della gara noi l'avevamo giocata bene. Poi il loro primo gol ci ha creato delle difficoltà psicologiche, ci ha tolto entusiasmo. La Juventus è una squadra fortissima, fisicamente e tecnicamente. Se ti allunghi e gli lasci spazio diventano micidiali». Il tecnico giallorosso non ha particolari recriminazioni da fare. «C'è stato qualche fuorigioco dubbio, ma è un po' un arrampicarsi sugli specchi. Quando perdi 4-1...». La chiave di volta dell' incontro secondo il tecnico è stata nel «doppio vantaggio perchè a quel punto sono saltate le nostre geometrie». A complicare ulteriormente una partita già difficile ci si è messo l' infortunio di Mancini: «E' un giocatore con caratteristiche difficili da trovare nel resto della rosa, anche se Perrotta ha fatto del suo meglio». Resta nell'ombra la vicenda Cassano, che però riemerge inevitabilmente al termine di una sconfitta così dura. «Sì, avrebbe potuto essere una buona sostituzione, anche se poi avremmo rischiato di scoprirci dietro - ha detto Spalletti - comunque ho buoni motivi tecnici per fare certe scelte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour