Lunedì 10 Dicembre 2018 | 05:00

GDM.TV

i più visti della sezione

Infanzia, quali misure per aiutarla

ROMA - Una vasta alleanza «forte e incisiva» se si vogliono davvero fare i conti con la necessità universale di garantire famiglia, amore, rispetto dei diritti essenziali a tutti i bambini. La invoca, in occasione del 20 novembre, 16mo anniversario della Convenzione Onu sui diritti dei bambini e Giornata nazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il presidente dell'Unicef Italia, Antonio Sclavi.
Una giornata ricca di iniziative sparse su tutto il territorio nazionale (convegni, concerti, rappresentazioni teatrali, mostre, film..) quella che sarà celebrata domani e per la quale scende in campo anche il mondo del calcio. In tutte le partite dei Campionati di serie A e B, pochi minuti prima dell'ingresso in campi, i calciatori e la terna arbitrale entreranno sul terreno di gioco accompagnati da bambini mostrando uno striscione con la scritta: Unicef, un impegno visibile per i bambini invisibili. Padrini dell'iniziativa due stelle del calcio: Francesco Totti e Paolo Maldini.
Il mondo - come fa notare Sclavi - è pieno di bambini invisibili, vittime di emergenze dimenticate: i 50 milioni di piccoli che non vengono neppure registrati all'anagrafe, gli oltre 100 milioni di bambini che non hanno mai visto un'aula scolastica, le centinaia di migliaia di vittime di catastrofi naturali o guerre «che non hanno la paradossale fortuna di finire sotto i riflettori dei media».
Come aiutarli? I modi per farlo sono tanti. La politica dell'Unicef punta alla prevenzione promuovendo misure integrate per costruire e tenere in piedi un ambiente protettivo per i bambini. E dunque sostegni alle famiglie, creazione di strutture agili, pubbliche o private, di supporto, formazione del personale locale di assistenza sociale, riunificazione familiare dei bambini soli o abbandonati. Ma tante ancora possono essere le misure salva-infanzia. L'accesso gratuito all'istruzione primaria e l'abolizione dei costi per prestazioni sanitarie sono, secondo l'associazione Save the Children, alcuni dei provvedimenti più urgenti e necessari per interrompere il circuito di povertà e di emarginazione in cui vivono milioni di bambini nel mondo e per ridurre la mortalità infantile. Save The Children stima che se le tasse scolastiche fossero abolite in 13 stati sub sahariani, ad esempio, oltre 4,5 milioni di bambini potrebbero iscriversi subito alle elementari. Quanto alle prestazioni sanitarie, più di 1 bambino su 6 nell'Africa sub-sahariana muore prima di aver compiuto 5 anni (a fronte di 1 su 150 nei paesi sviluppati) e quasi 2/3 di questi piccoli muoiono per malattie facilmente curabili. L'introduzione di cure sanitarie gratuite - assicura Save the children - potrebbe salvare la vita a 250 mila bambini africani ogni anno. Non bisogna dimenticare - ricorda l'onlus Abio - che uno dei diritti fondamentali, soprattutto dei bambini, è il diritto a ricevere le migliori cure mediche possibili. Per non parlare, poi, del lavoro minorile: attualmente in tutto il mondo - stima l'organizzazione umanitaria Cesvi - 120 milioni di bambini lavorano a tempo pieno. Insomma, l'invisibilità non è una condizione eccezionale, ma la norma per tanti, troppi bambini. Un dramma sul quale si dovrebbero aprire gli occhi, magari non soltanto una volta l'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour