Giovedì 21 Gennaio 2021 | 06:35

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Processo delitto di Cogne - La Codacons e il pubblico

«Le trasmissioni di informazione evitino nel caso di Cogne quel giornalismo morboso e quei processi mediatici che hanno stancato e disgustato i telespettatori, e di cui in Italia si fa volentieri a meno». Lo chiede il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, che invita i telespettatori a cambiare canale «di fronte a chi tratta la vicenda di Cogne alla pari di un reality show. La morte di un bambino e la tragedia che ne è seguita - osserva Rienzi - non deve diventare una telenovela per tenere incollati davanti ai teleschermi il maggior numero di spettatori possibile. Temi come questo andrebbero trattati con maggiore sensibilità e delicatezza, senza eccessi e senza maniacalità».
Eppure si sono presentate, già prima dell'inizio del processo alla Franzoni, alcune decine di persone all'ingresso secondario del palazzo di Giustizia di Torino, desiderose di entrare per assistere al dibattimento, oltre a 250 tra giornalisti, fotografi e cameramen. «Sono venuta per guardare negli occhi Anna Maria - ha spiegato Francesca, una casalinga polacca - voglio capire qual è la forza che spinge questa donna ad andare avanti con questo spettacolo». E il desiderio di vedere di persona Anna Maria Franzoni ha spinto anche Felicia, una pensionata, a presentarsi davanti ai cancelli: «E' da un mese che aspetto questo appuntamento, mi sono preparata leggendo molte cose sulla vicenda, voglio proprio vederla».
E così anche Debora, 22enne studentessa di Giurisprudenza, accompagnata dai suoi colleghi di corso, che hanno ritenuto un'esperienza formativa assistere al processo piuttosto che presentarsi a lezione all'Università.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400