Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 08:00

GDM.TV

i più visti della sezione

I sindacati Alitalia: l'azienda ci ha costretti al braccio di ferro

Alitalia ROMA - Il pacchetto di sciopero di 72 ore a cui il sindacato è dovuto ricorrere, «suo malgrado», è frutto di quel «solco, ogni giorno più profondo» che si è creato tra Alitalia ed i lavoratori, con le loro rappresentanze sindacali e professionali. Lo affermano i sindacati in una nota in cui annunciano lo sciopero.
La proclamazione di questo sciopero, fanno inoltre sapere alcune organizzazioni sindacali, prescinde dall'ordinanza con la quale il ministro dei Trasporti Lunardi ha precettato il settore del trasporto aereo, escludendolo dallo sciopero generale di tutte le categorie previsto per il 25 novembre.
Le organizzazioni sindacali tornano infatti a denunciare «l'assenza di strategia industriale» che parte «dalla mancata scelta del proprio modello di business al silenzio sull'assetto aeroportuale».
La ricapitalizzazione, dicono i sindacali, è necessaria ma non sufficiente ad offrire un futuro ai 20.000 lavoratori del gruppo mentre «le stesse intese, a far data dal maggio 2004, appaiono disattese dal management che con disinvoltura declama tali accordi praticandone, in concreto, lo stravolgimento, considerando tra l'altro superfluo l'apporto di interi settori all'organizzazione aziendale»..
«Si assiste ormai quotidianamente alla mortificazione delle professionalità interne, con il risultato di alimentare inefficienze, sprechi, ritardi e cancellazioni di voli che minano l'intera attività operativa, come già più volte si è verificato negli ultimi mesi, a fronte di sacrifici cui tutte le categorie di lavoratori si sono sottoposti, riconosciuti dagli stessi revisori dei conti, notoriamente rigorosi soprattutto sul costo del lavoro sceso nel solo 2004 del 21%, unitamente ad un robusto incremento della produttività» scrivono le organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori Alitalia.
«E' chiaro quindi che le possibilità, per il Paese, di poter contare su un settore strategico quale il trasporto aereo si vanno riducendo ogni giorno che passa» affermano i sindacati secondo i quali, quindi, «si rende ineludibile la ripresa di un confronto a Palazzo Chigi al fine di verificare e condividere gli elementi concreti per lo sviluppo di Alitalia ed il consolidamento del trasporto aereo, avendo la componente lavoro svolto appieno con responsabilità la propria parte». Non solo. «A tutto quanto sopra richiamato si aggiunge la beffa di una assenza di qualità nelle relazioni industriali, fino ad eludere da parte del management aziendale confronti di merito, assunti con impegni formali e nonostante i continui solleciti rivolti al governo/azionista che appare assente e silenzioso».
«E' quindi, nostro malgrado, che il sindacato e le associazioni professionali sono costretti a ricorrere ad una mobilitazione di tutte le categorie dei lavoratori del gruppo Alitalia proclamando un pacchetto di 72 ore di sciopero, confermando le prime 24 ore per il giorno 29 novembre 2005 che verranno effettuate dal personale navigante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo, notte di caccia all'uomo

Strasburgo, notte di caccia all'uomo

 
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights