Sabato 16 Gennaio 2021 | 10:48

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Materal'annuncio
Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

 
PotenzaL'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
Leccetragedia evitata
Porto Selvaggio, donna resta bloccata sulla scogliera: salvata dai vigili del fuoco

Porto Selvaggio, donna resta bloccata sulla scogliera: salvata dai vigili del fuoco

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Roghi di cassonetti a Bologna e una scritta: «come Parigi»

BOLOGNA - «Bologna come Parigi» e «La rivoltà è necessaria solidarietà ai 'casseurs' parigini». Due scritte, dietro il rogo di un cassonetto che però ha seguito e preceduto altri incendi apparentemente isolati scoppiati nella notte nel capoluogo emiliano, richiamano le violenze urbane che stanno sconvolgendo le banlieue della capitale francese, anche se non si esclude il gesto di emulazione o anche il tentativo grottesco di metterla in burla.
C'è stata una successione di chiamate al centralino dei vigili del fuoco, a partire dal pomeriggio di ieri fino all'alba di stamani. Tre incendi in zone molto distanti della città, ad altrettanti cassonetti: il primo ieri pomeriggio alle 15.45 in via Cà Bianca, periferia nord della città; il secondo in via della Battaglia, altra zona periferica, alle 2.35 della notte; il terzo è quello più preoccupante, in via Lombardi, alla Bolognina, vicino all'Ippodromo, quartiere a forte immigrazione. Sul muro dietro al contenitore dei rifiuti le due scritte che qualche apprensione hanno creato. In via San Donato intanto, altra zona di periferia con qualche sofferenza urbana, due auto sono state date alle fiamme. Una è però appartenente a un pregiudicato, membro di una famiglia molto nota alle cronache, e la Polizia ritiene che possa essere stato lui l'obiettivo del raid incendiario, che però si sarebbe esteso anche a un'altra vettura che non c'entrava nulla.
Altro incendio ha riguardato la recinzione di un cantiere di via Petroni, cittadella universitaria, una delle zone più della città più colpite dal cosiddetto degrado urbano, zona di bivacchi notturni che sono stati al centro dell'ordinanza anti-birra della giunta di Sergio Cofferati, uno dei primi atti del nuovo sindaco di Bologna che gli sono costate molte polemiche.
La Polizia indaga per capire se tra i diversi episodi ci sia un collegamento che però al momento non sembra avere fondamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400