Sabato 23 Gennaio 2021 | 02:49

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Francia - Sul web incitavano alle violenze: arrestati 3 sedicenni

PARIGI - La repressione delle violenze nei sobborghi parigini passa anche per Internet. Tre ragazzi di sedici anni sono stati arrestati perché nei loro "blog" incitavano a unirsi alla rivolta che d aideci giorni infiamma le Banlieue. I tre abitano ad Aix-en-Provence e le loro pagine erano ospitate dal sito di una radio giovanile, "Skyrock".
Internet è diventato il principale forum internazionale di dibattito su quanto accade in Francia. Un sito utilizzato dalla comunità nordafricana, "afrik.com", mostra la foto di quello che dovrebbe essere un agente in borghese che spara un proiettile di gomma contro un manifestante a terra.
Ma è sui blog che soprattutto i giovani si confrontano su quanto sta accadendo nelle periferie parigine. «Dopo un paio di notti di devi chiedere se davvero questa gente si siede attorno a un tavolo per decidere di dare fuoco alle auto» si legge ad esempio sul "poliblogger.com".
Su un forum ospitato da Yahoo, invece, un reportage sugli scontri è accompagnato da più di 50mila commenti, perlopiù provenienti dagli Stati Uniti, il cui tenore medio è: «imponete la legge marziale» e «sparate per uccidere». Sul sito "Iowa voice" viene messa in discussione la volontà del governo di Parigi di schierare l'esercito e viene stigmatizzata la «ghettizzazione» cui è stata sottoposta «l'enorme quantità di immigrati musulmani arrivata in Francia».
Su un altro sito, "raphaelsatter.com", si ipotizza invece che dietro gli scontri non ci siano né l'esasperazione di una comunità povera, né motivazioni religiose, ma la «tradizione gallica di sommosse proletarie» e il fascino che la «politica rivoluzionaria» esercita ancora sulle masse francesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400