Lunedì 10 Dicembre 2018 | 05:02

GDM.TV

i più visti della sezione

Irap, un'imposta pagata solo da un'impresa su tre

ROMA - Oltre il 31% delle imprese italiane, vale a dire 1,7 milioni di soggetti, e il 37% delle sole società di capitali non versa l'Irap perchè dichiara di non avere alcun valore aggiunto. E' quanto emerge da un campione rappresentativo di 350mila dichiarazioni dei redditi 2002 all'epoca messo insieme dal Secit e oggi rielaborato dall'Isae, che ne riferisce nel rapporto «Finanza pubblica e redistribuzione».
Quindi, spiega l'Isae, va tenuto presente che dei «5,5 milioni di soggetti potenziali sono in effetti 3,8 milioni a versare l'Irap, con un'imposta aggregata pari a 30 miliardi generata da una base imponibile di 611 miliardi. E' facendo riferimento a questi soggetti che vanno calcolate più correttamente le medie, che per la globalità dei citati 3,8 milioni con base imponibile positiva risultano essere di 7.880 euro per l'imposta e 160.363 euro per l'imponibile». A svettare, nella classifica per regioni, è la Lombardia, con oltre 7 miliardi di euro versati.

A giudizio dell'Istituto di studi e analisi economica il fatto che un'azienda su tre non sia tenuta al pagamento è indicatore di «un'anomalia del sistema produttivo», che può essere spiegata con diversi argomenti: dalla presenza fisiologica di una piccola percentuale di soggetti che per un determinato anno non produce reddito ai problemi di chi per circoscritte annualità è in effettiva perdita, dall'esistenza di imprese non operative alle agevolazioni che di fatto annullano l'Irap per i più piccoli, ma anche dalla «permanenza in Italia di un'elevatissima evasione ed elusione».
Tra i due terzi che pagano, appena il 4,7% dichiara un valore aggiunto superiore ai 250mila euro, una soglia che lo studio definisce «tutto sommato non elevata, se si pensa che essa comprende i redditi da lavoro e quelli da capitale».
Il gettito maggiore, come era lecito aspettarsi, proviene dalle società di capitali che a fronte di un peso numerico del 14% versano il 55% del totale (pari a 16,3 miliardi di euro). Anche gli enti pubblici contribuiscono in misura ingente al gettito, con quasi 8 miliardi, mentre appare modesto il contributo delle persone fisiche: sono il 65% del totale ma versano appena l'1%, pari a 3 miliardi.
Quanto alla classifica delle regioni più virtuose, svetta naturalmente la Lombardia, che contribuisce per il 23% del totale, grazie soprattutto alle società di capitali, che da sole versano 4,8 miliardi di euro sui 7 complessivi incassati da questa regione. La netta prevalenza della quota di gettito dalle società di capitali si osserva, pur con minore intensità, in tutte le regioni più sviluppate del Centro-Nord.
Nelle regioni del Mezzogiorno, invece, la quota prevalente del gettito proviene quasi sempre dagli enti pubblici, a conferma della debolezza del tessuto produttivo privato.
L'Isae, infine, dice la sua sull'abolizione della contestata tassa, in attesa della sentenza della Corte di Giustizia europea, che proprio giovedì scorso ha deciso di riaprire la fase orale relativa alla compatibilità dell'imposta con il diritto comunitario. Sia che si voglia considerare l'Irap come un'imposta sulla produzione o che si preferisca vederla come una tassa sul reddito d'impresa, a giudizio dell'Isae «sarebbe comunque auspicabile una reale semplificazione del calcolo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour