Sabato 23 Gennaio 2021 | 06:34

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

«No alla tratta dell'alta velocità»: manifestanti bloccano la stazione di Oulx

TORINO - Una manifestazione contro la progettata linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione in Valle di Susa ha bloccato dalle 11,30 di stamani la circolazione dei treni alla stazione di Oulx (Torino). Un Tgv diretto a Parigi è stato fermato. Il blocco è stato tolto verso le 13,30.
I manifestanti presenti un centinaio, con bandiere su cui campeggia la scritta «No Tav»: «Ci hanno distribuito dei volantini - ha raccontato una giovane passeggera - in cui si manifestano i motivi della protesta». In essi i «No Tav» ripetono i timori per la salute degli abitanti della Valle e per l'ambiente derivanti dalla costruzione della linea ad alta velocità: «Saranno estratti - scrivono fra l'altro - 16 milioni di metri cubi di materiali pericolosi, contenenti amianto, e costruite 26 discariche».

Le proteste in Valle di Susa vanno avanti da lunedi scorso, quando i tecnici della società Ltf (Lyon Turin ferroviaire) hanno preso possesso dei terreni sopra il comune di Mompantero (Torino), dove dovranno iniziare i sondaggi geologici in previsione della costruzione del mega tunnel da 52 chilometri che collegherà direttamente il Piemonte alla Francia.
Mompantero è presidiato da centinaia di agenti e carabinieri, che impediscono agli «anti tav» di occupare i terreni destinati ai sondaggi. Ieri ci sono stati momenti di tensione all' arrivo di quattro tecnici della Ltf. Alcune centinaia di persone hanno bloccato la strada, fronteggiate dalle forze dell'ordine, e hanno impedito ai tecnici di scendere a valle per alcune ore.

Intanto la Digos sta verificando l'attendibilità di un volantino comparso due giorni fa a Bussoleno (Torino) e consegnato dal sindaco alla polizia. E' a firma «Val Susa rossa», riporta il simbolo delle Brigate Rosse (la stella a cinque punte) e falci e martello e sostiene la necessità di «Fare della Val Susa il focolaio dell' incendio rivoluzionario». Secondo Antonio Ferrentino, presidente della Comunità Bassa Valle di Susa e uno dei più strenui oppositori della Tav, si tratterebbe di «farneticazioni senza seguito in Valle, almeno finora».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400