Martedì 26 Gennaio 2021 | 23:35

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

Libano - L'omicidio dell'ex premier Hariri ed i suoi retroscena

Libano - L Il 14 febbraio 2005 il centro di Beirut è squarciato da un'esplosione di grande potenza che distrugge il corteo di automobili dell'ex premier del Libano Rafik Hariri, sunnita, 60 anni. Con l'esponente politico muoiono altre 18 persone.
Hariri - uomo d'affari, miliardario - in quel periodo era all'opposizione del governo filosiriano di Omar Karami e si era reso protagonista della protesta tesa ad ottenere il ritiro delle truppe della Siria dal Paese. Libano - L Hariri era stato in passato uomo di fiducia di Damasco, ma poi ha ribaltato le sue posizioni in ordine all'occupazione militare del Paese da parte dei siriani che durava da vent'anni.
Dal 1976 al 1990 infatti, nel corso della sanguinosissima guerra civile che ha dilaniato il Paese la Siria inviò in Libano un contingente di occupazione di 35-40mila soldati, che negli ultimi 15 anni sono rimasti per tutelare gli interessi di Damasco.
Imponenti proteste di piazza il 28 febbraio seguente portarono il governo di Karami alle dimissioni. Gli subentrò Emile Laoud che con il numero uno di Damasco, Bashar al Assad, stilò un graduale piano di ritiro delle truppe siriane nella valle della Bekaa, nel Libano orientale.
Le truppe siriane hanno lasciato definitivamente il Paese nell'aprile seguente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400