Giovedì 13 Dicembre 2018 | 11:25

GDM.TV

Aviaria, allevatori in piazza

ROMA - Giornata "calda" per il settore avicolo. L'epicentro è stata Verona, ma un po' tutto il Nord Est, dove si alleva la maggioranza dei polli italiani, si è mobilitato per richiamare l'attenzione su una crisi che con il passare delle settimane è diventata un fatto concreto. Da una parte la paura per un virus non ancora arrivato in Italia e dall'altra il crollo dei consumi scesi, giorno dopo giorno, fino a toccare una flessione del 60% con perdite nette nelle vendite - secondo stime della Coldiretti - per quasi 150 milioni di euro al mese. Inevitabile, a questo punto, il timore dei sindacati, ma anche delle imprese di vedere in pericolo l'occupazione degli oltre 80.000 lavoratori impiegati nel settore con lo spettro della cassa integrazione. E pensare che solo lo scorso anno e, cioè appena 10 mesi fa, l'avicoltura era in piena salute con un fatturato di 4,5 miliardi di euro, mentre ora il calo dei consumi ha generato danni per un totale - secondo la Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) - per 350 milioni di euro. Gli agricoltori della Coldiretti che oggi, a migliaia, sono scesi in piazza tra Verona, Padova, Treviso e Vicenza, ma anche gli avicoltori dell'Una e le organizzazioni sindacali Uila, Flai e Fai hanno una certezza difficile da smentire: per l'avicoltura si profila lo stato di crisi. Una richiesta, in tal senso, è stata avanzata, proprio nella città scaligera, dai rappresentanti del settore nel corso di un incontro con il prefetto Francesco Giovannucci. Da Verona poi, il presidente di Aia (4.500 dipendenti e un fatturato di oltre 1 miliardo di euro), Bruno Veronesi ha sottolineato che si «è alla paralisi perchè non ci sono più posti per le carni da stoccare». Nella Marche la Fileni di Cingoli ha deciso il fermo produttivo di otto ore e l'assemblea, in azienda, alla presenza della dirigenza e dei rappresentanti dei sindacati, per illustrare le azioni intraprese per contrastare la situazione. Il 7 novembre, sempre a Verona, il ministro del Welfare Roberto Maroni presiederà un vertice con i rappresentanti delle Regioni, prime fra tutte Veneto, Emilia Romagna e Lombardia (le regioni dove si concentra, con industriali, allevatori, organizzazioni di categoria e con i rappresentanti sindacali sullo stato occupazionale del settore. Nel frattempo il Veneto, in collaborazione con Emilia Romagna e Lombardia, darà il via la prossima settimana ad una campagna di comunicazione da 600 mila euro per la promozione del settore avicolo. L'Unione nazionale degli avicoltori (Una) e i sindacati hanno, comunque, ribadito che «una fitta rete di controlli sanitari consente da anni un costante e rigoroso monitoraggio lungo tutte le fasi della filiera che vanno dalla cova delle uova fino alla macellazione e alla commercializzazione».
Intanto in Molise ci si appresta a studiare delle misure, da adottare nel breve periodo, per «rifocillare - secondo quanto spiegato dal presidente della Regione, Michele Iorio - il calo di vendite, scongiurando una riduzione della produzione e la conseguente crisi occupazionale». E da Firenze il presidente di Cna Alimentare, Sandro Moscardi ha chiesto un «intervento pubblico urgente che interessi tutti gli anelli del comparto produttivo e non solo gli allevatori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»