Giovedì 13 Dicembre 2018 | 14:31

GDM.TV

Danni da nubifragi a Bari - I geologi di Puglia: sono anni che, inascoltati, denunciamo pericoli

BARI - In una lettera aperta indirizzata al presidente della Regione Nichi Vendola, al primo ministro Silvio Berlusconi e al capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, a proposito dei danni causati dai nubifragi di sabato e domenica in provincia di Bari, l'Ordine dei Geologi della Puglia ricorda che «da molti anni evidenzia la gravità dei problemi» di fragilità del territorio e della necessità di intervenire con opere urgenti.
Non sono bastati per farsi ascoltare «comunicati stampa, istanze, conferenze e convegni. Spesso tutto si è risolto - afferma Giovanni Calcagni, il presidente dell'ordine professionale - in una serie di finanziamenti destinati all'ente pubblico locale per interventi su singole opere o singoli dissesti, che poco o nulla hanno cambiato in termini di riduzione del rischio geologico globale, al quale si è sempre più esposti nella nostra regione».
«L'alluvione che ha colpito ampi territori regionali, e in particolare la provincia di Bari - prosegue la nota - è l'ultimo di una lunga serie che hanno interessato negli anni passati la nostra regione. Tutte le precedenti dichiarazioni di calamità naturale, e gli ingenti finanziamenti ottenuti, solo in parte hanno apportato beneficio sistemico sul tessuto geologico pugliese, compromesso in modo serio da decenni di aggressione urbanistica incompatibile con il particolarissimo ambiente geologico che lo caratterizza».

PER CAMBIARE REGISTRO OCCORRE DOTARSI DI PROFESSIONALITA' NEGLI ENTI LOCALI
«La fragilità del nostro territorio - afferma ancora la nota - deriva, in buona parte, da mancati studi sulle pericolosità geologiche dei siti e delle aree ampie in relazione agli interventi umani che, nei decenni, si sono andati a realizzare, sia autorizzati che abusivi».
Calcagni sottolinea l'infulenza che nel dissesto idrogeologico «ha assunto la mancanza di manutenzione idraulica, da svolgersi in maniera ordinaria e costante. Per cambiare registro, ed operare in un'ottica di vera prevenzione, vi è una sola strada: occorre dotarsi di idonei apparati tecnici negli uffici pubblici deputati alla pianificazione, al controllo ed al monitoraggio dello stato di salute geologica dei territori».
«Diversamente - ammonisce Calcagni- continuerà la politica delle emergenze che a taluni potrebbe addirittura fare comodo. Le strutture tecniche pubbliche pugliesi - prosegue - sono prive di esperti del territorio, segnatamente geologi, e gli effetti sono il dissesto diffuso che abbiamo sotto i nostri occhi. Ci riferiamo alle strutture della Pubblica Amministrazione dei vari livelli, in particolare alle strutture degli Assessorati regionali Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici, Agricoltura, nonchè dei loro uffici tecnici centrali e periferici, soprattutto dei Geni Civili, degli Uffici Idrografici e degli Uffici Minerari, dove è fortemente avvertita e sofferta la mancanza dei geologi».
«Invitiamo quindi - conclude Calcagni - a reperire le risorse necessarie, non solo per fronteggiare l'emergenza ma anche per fare opera di vera previsione, prevenzione e controllo attraverso l'attivazione del Servizio Geologico Regionale». Il Consiglio dell'Ordine dei Geologi della Puglia propone di istituire un tavolo tecnico di concertazione per analizzare e definire i percorsi istituzionali più idonei per giungere, nel più breve tempo possibile, ad una reale protezione dal rischio idrogeologico della popolazione pugliese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO