Domenica 17 Gennaio 2021 | 01:45

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

Domani i primi cinque santi proclamati da Bendetto XVI

CITTA' DEL VATICANO - Due italiani, un cileno e due polacchi attivi in Ucraina saranno i primi cinque santi proclamati da Bendetto XVI, domani in piazza san Pietro, con una messa che concluderà anche il sinodo dei vescovi. Diventeranno santi i beati Jozef Bilczewski, polacco, arcivescovo di Leopoli dei Latini, in Ucraina; Gaetano Catanoso, fondatore della Congregazione delle Suore Veroniche del Volto Santo; Zygmunt Gorazdowski, anch'egli polacco, fondatore sempre a Leopoli della Congregazione delle Suore di San Giuseppe; Alberto Hurtado Cruchaga, cileno, fondatore di «El Hogar de Cristo"; Felice da Nicosia (al secolo Filippo Giacomo Amoroso), unico laico nel gruppo dei nuovi santi, francescano dei Frati Minori Cappuccini.
JOZEF BILCZEWSKI (1860-1923) - Nato a Wilamowice, all'epoca nella diocesi di Cracovia, insegnò teologia all'università di Leopoli, di cui in seguito divenne rettore. Il 17 dicembre del 1900, su proposta dell'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe, fu nominato da papa Leone XIII arcivescovo di Leopoli, incarico che ricoprì fino alla morte. Oltre a incentivare le vocazioni, promosse la costruzione di chiese, scuole e asili, e fu propugnatore dell'unità e della concordia, tanto che durante il suo episcopato non sorsero conflitti nazionalistici o religiosi. GAETANO CATANOSO (1879-1963) - Nato a Chorio di San Lorenzo, nell'arcidiocesi di Reggio Calabria, fu ordinato sacerdote nel 1902 e nominato parroco di Pentidattilo, dove istituì la Pia Unione del Volto Santo, poi trasferita a Reggio, e promosse l'Opera dei Chierici Poveri, diretta a offrire ai giovani sprovvisti di mezzi il necessario per raggiungere il sacerdozio. Dal 1921 al 1940 fu parroco nella città di Reggio, dove svolse un'intensa attività, comprendente anche la fondazione, nel 1934, della Congregazione delle Suore Veroniche del Volto Santo. ZYGMUNT GORAZDOWSKI (1845-1920) - Nacque a Sanok (Polonia) e venne ordinato presbitero, dopo aver superato una grave malattia, nella cattedrale di Leopoli nel 1871. Si distinse durante l'epidemia di colera prodigandosi nel soccorrere i malati. Fu sempre conosciuto come il «sacerdote dei mendicanti» e il «padre dei poveri», dando vita a innumerevoli opere di assistenza e accoglienza in favore dei malati, dei poveri, dei bambini abbandonati, delle ragazze madri, delle vedove. Fondò nel 1884 la Congregazione delle Suore di San Giuseppe, che oggi opera in vari stati, con missioni anche in Africa e in Sudamerica. La beatificazione di don Zygmunt fu a Leopoli nel 2001 durante la visita di Wojtyla in Ucraina.
ALBERTO HURTADO CRUCHAGA (1901-1952) - Nato a Vina del Mar, in Cile, diventò sacerdote nel 1933 entrando nei gesuiti. Dopo una lunga attività di educatore, si occupò a Santiago di attività caritativa in favore dei poveri e dei senza tetto, offrendo loro non solo un luogo in cui vivere, ma un vero focolare domestico, «El Hogar de Cristo», con case in vari luoghi del paese. Nel 1947 fondò anche l'Associazione sindacale cilena (Asich), ispirata alla dottrina sociale della Chiesa. FELICE DA NICOSIA (1715-1787) - Fratello laico dei Francescani Cappuccini, vissuto nella Sicilia del 1700, di umili origini, orfano di padre fin dalla nascita e analfabeta, veniva sbeffeggiato per la sua ignoranza persino tra i confratelli del convento di Nicosia. Aveva il compito di fare l'elemosina e definiva se stesso come «l'asinello del convento». Rimase questuante per tutta la vita diventando nella città una presenza di spiritualità radicata nella popolazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400