Martedì 11 Dicembre 2018 | 09:35

GDM.TV

i più visti della sezione

2005: Anno record per gli uragani

Dopo il 1851, l'anno corrente detiene il primato per i disastri ambientali. Per quest'anno l'elenco dei nomi messi a disposizione dal WMO è quasi finito, e tra poco si dovrà ricorrere all'alfabeto greco • Acqua: Nel 2025 solo 5 mila metri cubi l'anno a persona
Usa - Uragano «Rita» Le acque calde dei Caraibi che fanno spesso da incubatrice per gli uragani hanno prodotto
Wilma, 21mo fenomeno della stagione nell'Atlantico, facendo del 2005 un anno da record per le tempeste tropicali. Da quando vengono tenuti i dati sugli uragani, solo il 1933 era stato altrettanto intenso e adesso i meteorologi americani sono a corto di nomi: se Wilma avrà dei successori, si dovrà ricorrere alle lettere dell' alfabeto greco.
Wilma si è formata domenica e ha raggiunto in fretta la forza di tempesta tropicale, mettendosi poi in movimento verso il Golfo del Messico. Le isole Cayman, la Giamaica, l'Honduras e la zona messicana dello Yucatan sono nel mirino di Wilma, che nei prossimi giorni, secondo il National Hurricane Center di Miami, potrebbe colpirli come uragano di categoria 2 (su una scala di 5).
Nel fine settimana, Wilma dovrebbe fare il proprio ingresso nel Golfo e i meteorologi per ora non ne prevedono la direzione, lasciando aperta la possibilità che raggiunga la costa americana da qualche parte tra il Texas e la Florida. Ma le basse temperature delle acque in questo periodo fanno ritenere agli esperti che difficilmente si formerà un uragano distruttivo come quelli che gli Usa hanno già sperimentato quest'anno.
Dal 1851, quando è cominciata la raccolta dei dati sugli uragani, l'area dell'oceano Atlantico aveva vissuto solo nel 1933 una stagione come quella del 2005. Ma quest'anno oltre al
numero degli uragani è stata significativa la loro potenza.
Katrina è stato con ogni probabilità l'uragano più devastante nella storia per gli Stati Uniti, con oltre 1.200 morti e un bilancio dei danni destinato a superare di gran lunga i 25 miliardi di dollari di Andrew (1992). Rita ha creato a sua volta devastazioni tra il Texas e la Louisiana, mentre Stan si è accanito sull'America Centrale, provocando morte e
distruzione soprattutto in Guatemala.
La stagione degli uragani nell'Atlantico si conclude il 30 novembre e c'è quindi la possibilità di nuovi 'mostri'tropicali. Per la Noaa, l'ente meteorologico americano, e per gli esperti di Miami, sarebbe la prima volta in cui i nomi non sono abbastanza.
Dal 1953 il National Hurrican Center assegna nomi agli uragani (inizialmente solo femminili, dal 1979 anche maschili) secondo sei liste di 21 nomi ciascuna che si ripetono a rotazione ogni sei anni: quella del 2005 si ripeterà quindi nel 2011, ma 'purgatà dai nomi di uragani che si sono rivelati devastanti, come Katrina e Rita. I meteorologi, per convenzione, usano però solo 21 nomi in ordine alfabetico, escludendo le lettere Q, U, X, Y e Z. Normalmente 21 nomi sono più che sufficienti in una stagione, ma il 2005 sembra destinato a smontare anche questa tradizione.
Se si formerà una nuova tempesta tropicale (avviene quando le formazioni meteo hanno venti superiori ai 63 chilometri orari), prenderà il nome di 'Alphà e sarà seguita eventualmente da altre lettere dell'alfabeto greco.

Marco Bardazzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca