Venerdì 14 Dicembre 2018 | 15:43

GDM.TV

Un settembre tra i più piovosi degli ultimi 10 anni

ROMA - La pioggia non dà tregua e la Protezione civile ha prolungato l'allerta meteo anche per le prossime 24-36 ore, sostanzialmente fino a domenica mattina. Temporali e piogge intense, accompagnate da vento forte o molto forte, sono attesi in Puglia, Emilia Romagna, Veneto e nelle Marche. La situazione continua in queste ore ad essere particolarmente critica in Emilia Romagna, nel Veneto, nelle Marche ed in Sicilia; allagamenti diffusi sono stati segnalati in provincia di Taranto, a Massafra e Palaggiano, già colpiti da pesanti inondazioni due anni fa. La Sala operativa della Protezione civile continua a seguire la situazione.
Il settembre 2005 è risultato uno dei mesi più piovosi degli ultimi 10 anni. Evidentemente - spiega il colonnello Mario Giuliacci - le perturbazioni atlantiche e gli annessi centri di bassa pressione (i cicloni extratropicali) che quest'anno hanno raggiunto il Mediterraneo sono stati più numerosi e più intensi che nel passato. Dalle osservazioni dei satelliti e delle boe oceaniche si scopre che nel mese appena passato nell' area atlantica compresa tra i 35 e 50 gradi di latitudine e tra i 20 e i 35gradi di longitudine ovest - ovvero l'area ove più frequentemente nascono i cicloni extra-tropicali - la temperatura delle acque superficiali ha raggiunto il valore più alto almeno degli ultimi 25 anni, con un surplus di quasi 2 gradi rispetto alla media pluriennale, favorendo così, appunto, un maggiore sviluppo di depressioni atlantiche. E dal momento che è credibile che un'anomalia termica così accentuata possa durare a lungo sul medio Atlantico, è molto probabile che anche il mese di ottobre risulti alla fine piuttosto piovoso.
Ma vediamo nel dettaglio cosa è accaduto oggi: forti temporali e allagamenti in abitazioni hanno colpito la pianura bolognese e la bassa ferrarese, causando problemi alla viabilità ma senza tuttavia causare situazioni di particolare emergenza. Un fulmine si è anche abbattuto su una abitazione a Massenzatico di Reggio Emilia, causando un incendio ma fortunatamente nessun ferito. Tuttavia, se l'intera Emilia-Romagna deve fare i conti con le forti piogge di queste prime settimane autunnali, c'è una piccola porzione del territorio appenninico romagnolo dove, al contrario, di pioggia se n'è vista ben poca e proprio ne servirebbe di più. 'Romagna acquè, la società che gestisce l'acquedotto di Romagna e la diga di Ridracoli, ha infatti precisato che l' invaso artificiale di Ridracoli a tutt' oggi contiene solo 11 milioni di metri cubi d'acqua, rispetto ai circa 32 della sua massima capienza. A parte questa eccezione, problemi e allagamenti hanno colpito invece varie località del modenese e in particolare un violentissimo temporale si è scatenato sulla provincia. Le incessanti piogge degli ultimi giorni stanno iniziando a creare problemi non solo per quanto riguarda le frane, ma anche ai corsi d'acqua nel reggiano. Anche nella capitale le piogge hanno causato ritardi aerei, mentre danni da decine di milioni di euro, secondo la Cia, sono stati causati alle campagne di tutta Italia e in particolare in Emilia, lombardia, Lazio, Puglia e Piemonte. Al sud la situazione è altrettanto pesante: la linea ferroviaria Bari-Taranto è stata bloccata nella tarda mattinata di oggi perchè l'acqua ha invaso il binario; il maltempo e le forti piogge che hanno investito la Puglia hanno determinato dal primo pomeriggio l'allagamento e il conseguente blocco anche della linea adriatica delle ferrovie in provincia di Foggia, tra Apricena e San Severo; alcuni automobilisti sono stati soccorsi sulla statale 89 Foggia-Manfredonia, dopo essere rimasti in panne; forti nubifragi, in corso dalla scorsa notte, hanno determinato una situazione di emergenza nella zona occidentale della provincia jonica, in provincia di Taranto. In località Torrebianca, a pochi chilometri da Foggia, i vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in salvo alcuni abitanti che a causa dell'acqua alta si erano rifugiati sui tetti delle abitazioni. Molte strade poderali sono allagate e impraticabili, mentre i vigili del fuoco e personale e mezzi della Protezione civile sono impegnati a soccorrere chi è rimasto bloccato dall'acqua. Colpita anche la provincia di Matera: tre squadre dei vigili del fuoco sono impegnate nella zona centrale del borgo di Metaponto di Bernalda, dove un violento nubifragio ha causato allagamenti e disagi alla circolazione automobilistica e pedonale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori