Venerdì 14 Dicembre 2018 | 15:10

GDM.TV

San Francesco - Mons. Carlo Caffarra: «Un popolo senza memoria non ha futuro»

ASSISI (PERUGIA) - «Un popolo senza memoria non ha futuro»: è uno dei passaggi dell' omelia che l' arcivescovo di Bologna, mons. Carlo Caffarra, ha pronunciato oggi ad Assisi durante la celebrazione eucaristica per la festa di San Francesco, alla quale partecipano anche Pier Ferdinando Casini e Romano Prodi.
«Ciò che tutti e ciascuno dovremmo evitare - ha detto - è di rinunciare a dare risposte sulla base di una male intesa tolleranza che porta a perdere la memoria di sè». «Che cosa oggi Francesco - si è chiesto - ha da dire a noi regione Emilia-Romagna?», la regione che quest' anno offre l' olio per la lampada votiva sulla tomba del santo.
«Egli ha fatto sì - ha risposto - che il mistero centrale della fede cristiana, l' incarnazione del Verbo diventasse una realtà vissuta nel e dal popolo nella sua vita quotidiana: fosse l' orizzonte ultimo entro cui collocare il proprio vivere. Quale è l' orizzonte ultimo entro cui vive il nostro popolo? Quale è il suo senso di orientamento? E' solamente l' orizzonte di un benessere materiale? Stiamo custodendo - ha continuato l' arcivescovo di Bologna - tutta la consistenza, tutta l' identità del nostro popolo che anche dal Francescanesimo ha attinto quei caratteri di ricca umanità di fattiva solidarietà e di indefessa laboriosità che lo hanno fatto grande nei secoli? Quale eredità, quali beni stiamo trasmettendo alle giovani generazioni? La risposta a queste domande - secondo mons. Caffarra - è affidata a ciascuno di noi secondo contenuti, responsabilità e competenze istituzionalmente propri».
L' arcivescovo ha incentrato la sua omelia sulla figura del santo ricordando la scelta di povertà di Francesco. «Questo - ha affermato, fra l' altro - è stato l' avvenimento centrale della vita di Francesco: l' essere stato afferrato da Cristo così profondamente da porre in Lui tutto il senso della sua esistenza».
«Carissimi fedeli - ha continuato mons. Caffarra - guardiamo a Francesco. Egli ci mostra che il valore della nostra vita dipende dal nostro rapporto con la persona di Cristo e che questo rapporto è oggi possibile perchè esiste la Chiesa apostolica ed eucaristica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori