Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:12

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Un corteo di circa 5 mila, tra metalmeccanici e disoccupati e cassintegrati, a Palermo

PALERMO - Un corteo di circa 5 mila metalmeccanici si è mosso da piazza Marina a Palermo, diretto a piazza Indipendenza dove sono in programma i comizi dei sindacalisti. Presenti folte delegazioni di tutte le realtà produttive dell'isola. E soprattutto lavoratori cassintegrati o in mobilità, come quelli dell'Imam o della Tecnosistemi . Sono proprio i cassintegrati e i licenziati da aziende in crisi, con i loro striscioni rossi, a caratterizzare la manifestazione di Fim, Fiom e Uilm in Sicilia.
Ai motivi del contratto si aggiungono quelli della reindustrializzazione, in una regione dove il comparto continua a perdere pezzi cospicui, come sta accadendo nell'indotto Fiat. Ed è al governo regionale, oltre che a Federmeccanica, che sono dedicati anche slogan e cartelli per ricordargli che «niente è stato ancora fatto, nelle vertenze aperte», per assicurare il reimpiego dei lavoratori espulsi dal ciclo produttivo e il sostegno al reddito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400