Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 12:14

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVil patrono
Bari, la Polizia locale celebra San Sebastiano: «Un pensiero a chi soffre per il Covid»

Bari, la Polizia locale celebra San Sebastiano: «Un pensiero a chi soffre per il Covid»

 
Foggiail furto
Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

Foggia, ladri rubano ambulanza a Borgo Incoronata ma l'abbandonano subito dopo

 
Potenzaautomotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
Leccela protesta
Terme di Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

Terme Santa Cesarea, lavoratori in agitazione: ritardi nei pagamenti e incertezze sul futuro

 
TarantoIndagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Brindisil'inchiesta
Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

Brindisi, perse il bambino al nono mese di gravidanza: indagati quattro medici

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

«Caso Fazio» arriva al Fondo monetario internazionale e Siniscalco attacca

ROMA - Dopo la Bce il caso Fazio arriva anche al Fondo Monetario Internazionale, che si dice «preoccupato» ed invita a «fare chiarezza il più presto possibile». In gioco c'è la «credibilità» del paese, ribadisce il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco che, alla vigilia della partenza per Washington, dove salvo sorprese dell'ultima ora parteciperà proprio insieme a Fazio all'annuale assemblea dell'Fmi. Sulla credibilità italiana all'estero puntano anche il ministro delle Politiche Agricole, Gianni Alemanno, e Confindustria. Il primo auspica «un gesto da parte del Governatore», altrimenti «sarà necessario affrontare la situazione in Parlamento per trovare una soluzione». Gli industriali, invece, ritengono «importante per la credibilità del Paese che la legge sul risparmio contenga anche i punti chiave di riforma della banca d'Italia: passaggio della Vigilanza sul sistema bancario all' Antitrust, collegialità nelle decisioni e mandato a termine per il governatore».

Oggi, intanto Fazio, ha ricevuto a Palazzo Koch uno dei suoi sostenitori, il ministro del Welfare Roberto Maroni, che fin dalla prima ora si è schierato contro le dimissioni.
Washington sarà l'occasione per la prima uscita all'estero comune per Fazio e Siniscalco, dopo che il Governatore aveva rinunciato all'Ecofin di Manchester. Ma a differenza dell'Ecofin, Fazio all'Fmi assolve ha un ruolo preciso dovendo partecipare al G7 sull'economia e intervenire al comitato per lo sviluppo. Ma il dossier Fazio ha anticipato l'arrivo dei due protagonisti. Il capo economista del Fondo Raghuram Rajan è oggi intervenuto sulla vicenda, mettendo in evidenza che «c'è preoccupazione quando è in gioco la reputazione della banca centrale e la sua indipendenza. Credo che sia molto importante che la situazione sia chiarita al più presto possibile, speriamo succeda presto».

A guidare la delegazione italiana negli States sarà, come ha dichiarato lui stesso, il ministro Siniscalco: «Sono il capodelegazione e rappresento il mio Paese», afferma ribadendo ancora una volta di aver «sempre posto la questione bancaria e del governatore sul piano della credibilità e non su quello della legittimità». Quindi un'eventuale iscrizione di Fazio nel registro degli indagati «non altera senz'altro il mio giudizio che permane severo e permane sul piano della credibilità». Anche per Alemanno e per Confindustria è il tema della credibilità del Paese ad essere al centro del caso Fazio. Per il ministro delle Politiche Agricole «visto che la vicenda sta diventando di giorno in giorno sempre più dolorosa e difficile» sarebbe auspicabile anche un accordo fra maggioranza ed opposizione, in quanto «sono in gioco gli interessi e la credibilità del Paese». Secondo gli industriali «è urgente arrivare in tempi brevi a decisioni coerenti con la tutela del risparmio e dei risparmiatori e la difesa della credibilità internazionale del nostro paese. Credibilità - conclude Confindustria - che per gli imprenditori, e non solo per loro, è fondamentale». Ad auspicare un «passo indietro» di Fazio è invece il Falbi, il sindacato più rappresentativo di Via Nazionale, secondo il quale, comunque, l'uscita non deve essere accompagnata «da uno smembramento della Banca d'Italia, che ha bisogno di collegialità, democrazia e trasparenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400